energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Grandinata a Bivigliano, il sindaco convoca assemblea pubblica Breaking news, Cronaca

Vaglia – Informazioni, problemi, disagi, ma anche critiche e confronti, il sindaco di Vaglia convoca  assemblea pubblica sulla piazza Don Castelli di Bivigliano per mercoledì prossimo, 6 ottobre. L’iniziativa si terrà alle 17. Tema: l’eccezionale grandinata di domenica scorsa.  Invitata a partecipare anche la Regione Toscana.

“Vogliamo agire con il massimo della trasparenza e della condivisione con la popolazione – dice il primo cittadino Leonardo Borchi – riguardo ai provvedimenti e alle decisioni che abbiamo preso e dovremo prendere circa la grave situazione che si è realizzata con la grandinata eccezionale di domenica 26 settembre”.
“il piano di gestione e contenimento dei danni – continua Borchi – si basa in buona sostanza su tre step: controllo dei disagi più urgenti il primo, gestione della mobilità e dei servizi essenziali come gli ambulatori il secondo, gestione e attribuzione dei contributi per quanto riguarda le spese dei privati il terzo. Quanto a quest’ultimo punto, molto dipende dalle decisioni della Regione. Dando quasi per scontato per oggettiva evidenza che il nostro territorio rientri nell’area di riconoscimento della calamità, bisogna sapere cosa e come l’ente regionale intende finanziare i Comuni”.
Infine, una precisazione per quanto riguarda le lamentele pervenute da cittadini che si rivolgono al centralino del comune per segnalazioni o informazioni, perto appositamente per le questioni riguardanti l’evento atmosferico di domenica. Il numero squilla dando il segnale libero anche quando, come sempre succede, in realtà c’è la linea occupata.

Intanto a contare i danni è anche la Misericordia di Bivigliano, che ha subito, come si legge nella nota, una vera e propria devastazione della sede storica in via Roma, con la falcidia del suo parco macchine, messo ko dalla grandine. “Con l’aiuto delle altre Misericordie l’operatività è stata subito ripristinata, mentre in paese è già partita una gara di solidarietà”, si legge.

Abbiamo avuto danni per 350mila euro”, spiega Andrea Tammone, direttore della Misericordia di Bivigliano: nel pomeriggio di domenica, racconta, “si è abbattuta su Bivigliano una tempesta di grandine, con chicchi grandi come arance che hanno completamente distrutto i tetti delle abitazioni del paese e anche i veicoli. La nostra Misericordia e la parrocchia di San Romolo purtroppo non hanno fatto eccezione. Noi abbiamo avuto un danno parziale nella sede di via della Chiesa, ma soprattutto è stato distrutto il tetto della nostra sede storica centrale di via Roma: lì abbiamo riportato gravi danni da allagamento, gli arredamenti della Misericordia sono stati distrutti, e gli impianti elettrici sono da rifare”.

E’ andata persino peggio al parco mezzi: si sono salvate solo due ambulanze, mentre un’altra è andata distrutta dalla grandine, così come altri 4 mezzi attrezzati per il trasporto disabili. L’aiuto delle altre Misericordie, tuttavia, ha consentito di mantenere sempre operativi i servizi prioritari: la Misericordia di Bivigliano ha così ricevuto un’ambulanza dalla Misericordia di Campo di Marte, un furgoncino attrezzato dalla Misericordia di Tavarnelle, due mezzi di trasporto per i servizi sociali dalla Misericordia di Badia a Ripoli, mentre dalla Federazione regionale delle Misericordie è arrivato un ambulatorio mobile che in questa fase sostituirà gli ambulatori di via Roma, consentendo agli abitanti di Bivigliano di raggiungere il proprio medico di famiglia senza doversi recare in altre sedi più lontane.

“Durante il temporale – racconta il presidente del Coordinamento Misericordie Area Fiorentina, Andrea Ceccherini – ero in contatto col governatore della Misericordia di Bivigliano, Lorenzo Gualtieri, che mi rappresentava la situazione, ed era disperato: sentire un governatore, naturalmente abituato alle emergenze, parlare con quel tono e quella drammaticità, mi ha colpito. In quel momento è stata importante la reazione delle Misericordie dell’Area Fiorentina, che si sono immediatamente mobilitate: ci siamo attivati, siamo riusciti a tenere la situazione sotto controllo, pur nella gravità del momento, e abbiamo mandato su i nostri mezzi”.

In questo modo, spiega, “siamo riusciti a non annullare i trasporti di persone che ne avevano bisogno, e siamo sempre stati in grado di garantire anche i servizi prioritari salvavita, ad esempio per dialisi oppure per oncologia, ed è rimasto sempre operativo il 118 per le emergenze territoriali. Ringraziamo anche la Federazione delle Misericordie per il suo supporto, a livello di coordinamento”.

Per riparare i danni è già partita una gara di solidarietà in paese: oltre al Comune di Vaglia, anche la Misericordia ha aperto un conto bancario insieme alla parrocchia
 (Iban IT74H0306938132000000002319) per raccogliere donazioni a favore della popolazione e delle strutture distrutte; la Misericordia ha anche avviato una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe (https://gofund.me/50af7893).
Sulla questione dell’assemblea pubblica indetta dal sindaco, interviene il capogruppo della lista civica Insieme Sandro Corona che esprime il suo apprezzamento: “Come hanno riportato i media, la situazione nel Comune di Vaglia e in particolare nella frazione  di Bivigliano è a dir poco drammatica: sono state colpite dalla potente grandinata di domenica 26 l’emblema della spiritualità della nostra comunità, la Chiesa di San Romolo, e le sedi e i mezzi della Misericordia di Bivigliano, oltre a tutti i tetti delle case, i giardini e le aree esterne, le auto parcheggiate all’esterno, devastate dalla tempesta di ghiaccio che si è abbattuta sul territorio. L’Amministrazione comunale ha subito aperto il COC, le Misericordie, i Vigili del Fuoco, Alia,  hanno tutti  risposto in maniera immediata e con un servizio  eccellente. Tutte le famiglie sono state messe a dura prova, dal punto di vista economico, per sostenere le spese impreviste, relative alla messa in sicurezza delle costruzioni e al ripristino del parco macchine. Sono state aperte delle sottoscrizioni a favore dei cittadini e delle strutture maggiormente colpite. Mercoledì 6 ottobre, dalle  ore 17.00 in piazza Don Donato Castelli  a Bivigliano, il sindaco Borchi ha giustamente indetto un’assemblea pubblica, mi auguro che anche i rappresentanti delle istituzioni regionali siano presenti perché si rendano conto di persona della gravità dei danni subiti e possano prendere, in questa situazione di emergenza, decisioni urgenti per alleviare la sofferenza, considerando che l’inverno è alle porte”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »