energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Grandinata a San Quirico d’Orcia: vigneti e uliveti distrutti Cronaca

SaN Quirico d’Orcia (Siena) – La grandine che nel pomeriggio di ieri, domenica 7 settembre, ha colpito San Quirico d’Orcia con estrema violenza, ha distrutto completamente i raccolti di orti familiari, vigneti e oliveti. Il danno, è sicuramente del 100% sul prodotto colpito, come sottottolineato dalla Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) Siena, ma bisognerà valutare nei prossimi giorni se ci sono stati danneggiamenti anche ai fabbricati agricoli e soprattutto agli impianti arborei (vigneti ed oliveti) che potrebbero essere stati lesionati in modo permanente e quindi determinare perdite produttive anche nei prossimi anni.

Il commento del sindaco di San Quirico, Valeria Agnelli:“Un’ondata di maltempo straordinaria ed eccezionale come mai il nostro comune aveva assistito nel corso degli anni. Gli enormi disagi che si sono verificati nella tarda serata di domenica in alcune zone sono stati al momento limitati ma occorrerà del tempo perché si possa tornare alla normalità”. “Ringrazio – ha concluso – tutti coloro che sono intervenuti, dai Vigili Urbani ai Vigili del Fuoco, dai volontari della Protezione Civile ai tantissimi ragazzi sanquirichesi, alle bidelle delle scuole, alle cuoche che si sono messi al lavoro per tutta la notte e consentire di ricondurre ad una condizione di normalità una situazione che nei primi momenti era apparsa assai grave”.

I principali disagi e danni si sono verificati in corrispondenza della strada delle Carbonaie dove una parte della scarpata è franata invadendo il sottostante parcheggio rendendolo parzialmente inagibile. Tutt’ora sulla strada, dopo il sopralluogo dei tecnici comunali e della Provincia di Siena, si circola a senso unico alternato. Allagamenti si sono verificati nella palestra comunale, nel locale polivalente dell’Ottagono e nei locali a pian terreno delle ex scuole elementari.

Allagamenti si sono verificati anche nella locale stazione dei Carabinieri e in alcune abitazioni di via Dante Alighieri, nel centro storico e di Fonte alla Vena, all’ingresso del paese, così come in molti dei negozi della centrale piazza della Libertà. Infine, oltre il 50% dei garage sono risultati allagati. Danni anche alle produzioni più importanti del territorio come olivi e vigneti.

«Ai temporali a macchia di leopardo sulla nostra provincia – ha commentato il presidente di Cia Siena, Luca Marcucci -, alcuni dei quali molto intensi con piogge battenti di oltre 30 mm in poco più di un’ora, ovvero la classica bomba d’acqua, siamo ormai abituati. Ma quello che è successo ieri nella zona di San Quirico è ben altra cosa: una violenta grandinata con chicchi grandi anche cinque centimetri, ha imbiancato il paese e la campagna circostante, creando disagio e alcuni danni in paese. Per il momento si consiglia di eseguire sulle colture lesionate, tempestivi trattamenti con sali di rame per prevenire infezioni ed evitare malattie preoccupanti come la “rogna” dell’olivo».

Print Friendly, PDF & Email

Translate »