energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Grassi, bocciato ricorso al Tar per gli scontrini di Renzi Politica

Firenze – Gongola, il segretario del Pd toscano, l’onorevole Dario Parrini e parla di “ennesimo flop”. Si riferisce alla notizia, diffusa oggi da Tommaso Grassi, capogruppo in consiglio comunale di Firenze di Firenze riparte a Sinistra, che il suo ricorso al Tar per prendere visione degli scontrini emessi da Renzi sindaco è stato dichiarato “improcedibile” dal Tribunale regionale toscano. Improcedibile, come quello del M5S sullo stesso argomento, “in quanto – spiega lo stesso Grassi – chiedendo tutte le fatture e le ricevute delle spese di rappresentanza di Renzi e Nardella, dal 2009 al 2015, avrei bloccato gli uffici. Nonostante avessi fin da subito dichiarato la disponibilità a farmi le copie da solo, senza gravare sul personale comunale”. Anche se il vero “vulnus” secondo il consigliere comunale è rappresentato dal fatto che in questo modo si legittimerebbe il governo cittadino “a decidere cosa consegnare e cosa no”. 

A livello giuridico infatti il “diritto” del consigliere comunale all’accesso agli atti è stato riconosciuto nella sua interezza dal Tar. Sta di fatto tuttavia, che le modalità con cui questo deve essere svolto, dal momento che in altro modo determinerebbe l’ingolfamento degli uffici comunali, è quello di ricevere gli atti richiesti non tutti insieme ma “selezionati”. Tant’è vero che verrà avanzata la richiesta, come anticipa Grassi, da parte del gruppo consiliare, della tranche di scontrini dei primi anni renziani.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »