energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Grecia, il piano del governo inviato all’Eurogruppo Politica

Atene – Dieci i punti del piano che il governo Tsipras ha trasmesso all’Eurogruppo. Da subito riforma delle pensioni, attraverso un graduale innalzamento a 67 anni dell’età pensionabile, e privatizzazione dei porti Pireo e Salonicco.

La proposta in dieci punti inviata ieri sera dalla Grecia all’Eurogruppo prevede interventi sul bilancio dell’anno in corso e del prossimo (riforma dell’Iva, altre misure fiscali, riforma delle pensioni, riforma dell’amministrazione pubblica, lotta all’evazione fiscale) fra cui, si legge nel testo pubblicato dall’agenzia Ana, l’introduzione graduale dell’Iva per le isole, la privatizzazione dei porti del Pireo e di Salonicco con gare pubblicate entro ottobre, la riforma delle pensioni con l’innalzamento graduale dell’età pensionabile per arrivare a 67 anni (o 62 anni e 40 di contributi) entro il 2022.

A ottobre la riforma dell’Iva (aliquota al 23 per cento con l’eccezione di alberghi, energia, alimenti e acqua per cui è fissata al 13, e per farmaci, libri e teatri, al sei per cento) con l’abbattimento degli sconti per le isole, a partire da quelle a maggior flusso turistico fino ad arrivare gradualmente a quelle più isolate, si propone di aumentare di un punto percentuale il pil l’anno. La riforma dell’Iva per le isole sarà completata alla fine del 2016.

 Il governo Tsipras si impegna anche ad adottare misure per aumentare la raccolta fiscale dalle compagnie (le tasse sulle società aumenteranno dal 26 al 28 per cento) oltre che escludere le detrazioni per i contadini e i sussidi per le accise sul carburante e il regime di imposte fiscali speciale per gli armatori. Si prevede anche la riduzione delle spese militari di 100 milioni di euro nel 2015 e di 200 l’anno successivo. Sarà introdotta una tassa sulle barche da diporto considerate di lusso (più di cinque metri).

La riforma delle pensioni: il governo riconosce che il sistema attuale è “insostenibile” si impegna a cambiamenti drastici da cui si conta di risparmiare un quarto o mezzo punto percentuale del pil nel 2015 e l’un per cento del pil su base annua nel 2016.
Disincentivi alle pensioni da giovani per arrivare gradualmente al termine dei 67 anni o 62 anni con 40 anni di contributi entro il 2022 (eccezioni previste per le professioni usuranti e per le madri con bambini disabili), a partire da subito.
L’introduzione di nuovi parametri per il calcolo delle pensioni maggiormente legato ai contributi.

Dipendenti pubblici. E’ prevista anche una riforma della tabella unica dei salari dei dipendenti pubblici con l’introduzione anche di una variabilità legata alle capacità, performance e responsabilità.

Sarà anche introdotto entro la fine di luglio un piano contro la corruzione e contro l’evasione fiscale. Un piano per le privatizzazioni per gli aeroporti regionali, le ferrovie di Trainose, l’autostrada di Egnatia, i porti del Pireo e Salonicco. Le gare per i porti del Pireo e di Salonicco saranno pubblicate non oltre l’ottobre del 2015.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »