energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Green Sox, punta di diamante della scena rock di Grosseto Spettacoli

Grosseto  – Un nuovo gruppo nella scena rock che parte dalla Maremma e punta ad allargare il suo pubblico non solo al livello regionale. Sono i Green Sox, formazione creata nel 2015 e che nel dicembre 2016 ha prodotto il primo album che porta il nome del gruppo.

Federico Dragoni (basso e voce),  Jacopo Pisapia (batteria) e Giacomo Pecciarini (chitarra e voce) sono l’ultimo prodotto di un territorio che negli ultimi anni ha visto emergere una grande varietà di gruppi  formati da giovani musicisti. Si tratta di nuove formazioni rock, metal, punk e espressioni del rap italiano, la maggior parte delle quali  compone musica propria e che alla fine di agosto si ritrovano nella rassegna rock di Montepescali a pochi chilometri da Grosseto per presentare il frutto del loro lavoro.

I Green Sox sono nati dall’incontro fra Federico e Jacopo che hanno iniziato un’esperienza musicale insieme. A loro si è poi aggiunto Giacomo,  che aveva già suonato con Federico. Il nome della band, fra l’autoironico e l’ecologico (Green sox, “calzetta verde”), è frutto di un’idea di Jacopo poi condivisa anche con gli altri componenti del gruppo. La loro prima esibizione in un contest a Grosseto  è stata subito coronata da un successo. Successivamente si sono presentati al Festival di Montepescali.

Poi è arrivato il loro primo album, nel quale – dicono – “abbiamo raccolto la cultura musicale di tutti noi, che spazia dal rock più classico al punk vero e proprio. Il risultato è stato un album che contiene tutte le sfumature del punk, si può cogliere l’impronta di gruppi come  Blink 182, NOFX, Green Day”.

greensox

 

Una particolarità interessante è che l’album è stato registrato nel paese di Jacopo, nel Montepescali Studio creato dal padre Claudio, uno dei più attivi promotori della musica rock in Maremma. “Sarebbe interessante – dicono i componenti della band – se Montepescali potesse diventare un centro di aggregazione e diffusione musicale, implementando il Festival con altre iniziative volte a far conoscere nuove realtà musicali della nostra zona”.

Da “Green Sox” parte il programma di una serie di date per  suonare dal vivo prima a Grosseto e poi in tutta la Toscana: “ La nostra musica – affermano – è ora anche negli store digitali , come ITunes e GooglePlay, questo consente a chiunque di poter sentire un’anteprima dei brani dell’album. Speriamo che questo ne consenta la diffusione”.  Soddisfatti dell’accoglienza finora ricevuta dal pubblico? “Il genere che suoniamo ci avvicina per lo più ad un pubblico giovane, abbiamo comunque avuto positivi riscontri anche da persone più ‘grandi’ che magari il punk lo hanno visto nascere”.
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »