energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Greve in Chianti insignito del titolo di Comune Riciclone 2018 Ambiente, Notizie dalla toscana

Greve in Chianti – Greve è uno dei comuni più virtuosi d’Italia. L’amministrazione chiantigiana è entrata nell’olimpo delle piccole realtà italiane che trattano bene l’ambiente, lo rispettano e lo tutelano nella quotidianità con azioni e interventi che si prendono cura degli spazi pubblici e della vita della comunità.

E’ il rapporto tra l’area verde e la fruizione sostenibile dei parchi pubblici il valore aggiunto che l’organizzazione Legambiente ha riconosciuto al Comune di Greve, proclamato poche ore fa Comune Riciclone d’Italia. A ritirare il riconoscimento, nell’ambito di una cerimonia organizzata nella capitale, il sindaco Paolo Sottani, i responsabili dell’Ufficio Lavori Pubblici Gianfranco Ermini e dell’Ufficio Ambiente Simone Coccia. Il Comune è stato insignito del titolo di “Comune Riciclone” per la qualità degli acquisti verdi e l’attuazione delle politiche green a misura di bambino. Nei giardini pubblici di Lamole e Panzano la giunta Sottani ha installato alcuni mesi fa nuovi giochi, tra cui altalene e castelli, interamente realizzati in plastica riciclata.

“Un premio che ci riempie di soddisfazione – dice il sindaco Sottani – frutto di un percorso che stiamo portando avanti e realizzando con esiti positivi grazie anche all’impegno e all’attenzione dei nostri uffici, l’obiettivo di migliorare e potenziare le prestazioni ambientali del nostro territorio si concretizza sotto profili diversi, dalla raccolta differenziata attraverso l’introduzione e l’estensione del porta a porta in tutto il territorio comunale al risparmio energetico e all’utilizzo delle energie rinnovabili finalizzate a rendere autonomi immobili comunali, scuole, strutture sportive, aree pubbliche e impianti di illuminazione”. Tra gli interventi più innovativi l’impianto a biomasse di Greve che utilizza il cippato locale per produrre energia e riscaldare la piscina comunale e i campi sportivi annessi.

“La qualità dei giochi verdi – aggiunge il sindaco – è anche sinonimo di bellezza, le altalene e i castelli piacciono molto ai bambini e rientrano nel circuito virtuoso dell’economia circolare che favorisce il passaggio dall’uso al riciclo”. L’assessore all’Ambiente Stefano Romiti tiene a precisare che il Comune di Greve in Chianti considera prioritaria l’azione che rafforza la qualità ambientale come attesta il conseguimento della certificazione ambientale ISO 14001 e della registrazione ambientale EMAS dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

Legambiente è l’ente che ogni anno da 25 edizioni premia le realtà locali che si sono distinte nella gestione virtuosa dei rifiuti e hanno ridotto drasticamente lo smaltimento in discarica.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »