energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gruppo di ricercatori fiorentini scopre le piante parlanti STAMP - Università

Un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Scienze delle produzioni vegetali, del suolo e dell'ambiente (Dipsa) dell'Università di Firenze ha scoperto comportamenti tipicamente animali nelle radici delle piante. Gli accademici fiorentini sono stati coordinati dal professor Stefano Mancuso, docente associato di Arboricoltura generale e coltivazioni arboree dell'Ateneo fiorentino, nonché direttore del Laboratorio Internazionale di Neurobiologia Vegetale. Grazie a due loro studi ("Swarming Behaviour in Plat Roots" e "Towards understandinf plants bioacoustics"), pubblicati sulle riviste scientifiche internazionali "Plos One" e "Trend in Plant Science", è stato dimostrato che le radici hanno comportamenti "socievoli" simili a quelli di alcuni insetti, come le formiche o le api. Si tratta di comportamenti "di sciame" sulla base dei quali le radici scelgono di aggrovigliarsi seguendo delle logiche ben precise. Se finora si era ritenuto che le radici crescessero casualmente nel modo in cui le vediamo, adesso sappiamo che la loro crescita è indirizzata da logiche interne ai vegetali e che le piante hanno non solo la possibilità di alterarsi reciprocamente, ma una sorta di coscienza che influenza il direzionamento delle radici. Ancor più incredibile, però, il fatto che è stato anche dimostrato che, crescendo, le radici emttono dei suoni precisi che potrebbero essere delle forme di comunicazioni fra vegetali. Le radici, infatti, sarebbero in grado di percepire e produrre suoni, che, magari in un futuro non troppo lontano, sarà possibile dimostrare essere la forma di comunicazione caratteristica delle piante.

Foto: http://static.freepik.com

Print Friendly, PDF & Email

Translate »