energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gustav Leonhardt torna in concerto a Firenze Notizie dalla toscana

A tre anni di distanza dal memorabile concerto al clavicembalo storico Fleischer con cui incantò il pubblico fiorentino, Gustav Leonhardt torna ad esibirsi ai “Mercoledì Musicali” dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, una rassegna internazionale di musica per organo che in soli sei anni è riuscita ad imporsi tra le più autorevoli manifestazioni dedicate a questo antico e particolare strumento. Da quasi 50 anni Gustav Leonhardt è annoverato fra i più apprezzati specialisti di musica antica: dopo gli studi in musicologia compiuti nei Paesi Bassi e poi a Vienna, città che ha visto il suo debutto come clavincembalista, nel 1955 l'artista ha fondato il Leonhardt Baroque Ensemble, iniziando un lungo percorso di incisione ed esecuzione delle più importanti opere per clavicembalo di Johann Sebastian Bach. Attraverso l'insegnamento, presso il Conservatorio di Amsterdam, e le sue esecuzioni, Leonhardt ha ispirato un’intera generazione di artisti della musica antica, fra i quali Bob van Asperen (tastiere antiche e organo), Barthold Kuijken (flauto traverso e flauto dolce) e Anner Bylsma (violoncello). Grande attesa quindi per l'evento, ad ingresso libero, organizzato all'Auditorium dell’Ente Cassa di Via Folco Portinari, ricavato da una sala seicentesca dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, ed attrezzato con un imponente organo progettato da Clemente Terni. Il programma della serata prevede in apertura un omaggio alla scuola spagnola, i Tientos di Sebastian Aguilera de Heredia e Francisco Correa de Arauxo, per continuare con due Toccate di Girolamo Frescobaldi, e terminare con un finale di Fughe, Ciaccone e Passacaglie dedicate ad autori nord e mitteleuropei come Abraham van den Kerckhoven, Johann Pachelbel, Georg Böhm, Johann Caspar Ferdinand Fischer e Johann Krieger. Il festival musicale continua  mercoledì 28 settembre con un altro ospite eccellente: per la prima volta a Firenze si esibirà infatti l’organista tedesco-americano Wolfgang Rübsam, tra i massimi cultori dell’opera bachiana.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »