energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Hub per minori, Spinelli: “Non sono d’accordo”, Funaro: “Prima si informi” Breaking news, Cronaca

Firenze – La Regione Toscana si mette di traverso, l’hub per minori migranti non accompagnati, lanciata dal sindaco Nardella e colta al volo con favore dal Ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, non è proposta gradita dalla Regione Toscana, come parrebbe dalle parole dell’assessora regionale Serea Spinelli. A margine della presentazione dell’Open Day del Tribunale dei minori di Firenze, è l’assessora regionale alle Politiche sociali a mettrsi di traverso: “Non sono d’accordo”, dice a chiare lettere Serena Spinelli. “Qualche giorno fa sono arrivate due navi delle Ong a Livorno e sono scesi oltre quaranta minori non accompagnati. Ragazzi al di sotto dei 18 anni, molti intorno ai 16 anni: avevano tutti gli occhi di mio figlio che stamattina è a scuola, sta bene e ha un sacco di opportunità”. Inoltre, prosegue, una volta a terra, “la prima cosa che hanno fatto è telefonare alle madri, a casa, per dirgli che erano vivi. Io penso che questo ci debba guidare”.

L’assessora regionale alle politiche sociali Serena Spinelli

Tornando sul piano operativo,  Spinelli indica la via maestra: “La nostra è una regione che ha sempre investito sull’accoglienza diffusa, su cui abbiamo esperienze straordinarie”. In questo senso l’impegno va investito per creare “opportunità sul sistema di accoglienza diffusa anche per i minori, a partire dal sistema Sai, sempre poco finanziato e supportato nonostante gli sforzi dei territori e dei Comuni, perché i nostri Comuni su questo sono molto attenti. La Toscana ha il dovere di ragionare su queste ragazze e ragazzi creandogli percorsi di inclusione”. Infine, cnclude Spinelli: “Discutiamone insieme, siamo tutti disponibili. Ci sono azioni che spettano al ministero dell’Interno e del governo”. Ma “ragioniamone tutti avendo lo stesso obiettivo: creare percorsi di accoglienza adeguati”.

L’assessora al welfare del Comune di Firenze Sara Funaro

Una battuta d’arresto che non piace alla diretta protagonista della proposta avanzata dall’amministrazione comunale attraverso il sindaco, ovvero l’assessora al welfare Sara Funaro, co-protagonista della proposta con sindaco: “L’uscita dell’assessora Spinelli sorprende perché dimostra di non aver capito la proposta che con il sindaco Nardella abbiamo avanzato al ministro Piantedosi. Prima di commentare sarebbe utile che si informasse perché l’hub per minori va proprio a rafforzare l’accoglienza diffusa, che le ricordo abbiamo sempre praticato a Firenze, dove abbiamo anche sperimentato varie innovazioni in termini di accoglienza e inclusione. La nostra città, come tanti altri comuni, sta vivendo in questo momento un’emergenza rispetto a questo tema e abbiamo più di 400 minori non accompagnati, praticamente la metà di quelli accolti in Toscana, in carico al Comune di Firenze con arrivi quotidiani e continui per i quali iniziano ad esserci difficoltà di reperimento di accoglienze”.

“La nostra proposta vuole dare una risposta in termini di prima accoglienza per poi passare a una redistribuzione sui territori, esattamente come avviene con il sistema dell’accoglienza diffusa dei migranti adulti attraverso i Cas. I percorsi di ‘accoglienza e inclusione adeguati’ sono sempre stati e sempre saranno il nostro obiettivo. Con l’assessora Spinelli ci sentiamo spesso per varie questioni e sa bene che siamo sempre disponibili al confronto”.

Foto: Luca Grillandini, scuola nella Repubblica del Congo

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »