energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Hunger artist”: lectio magistralis di Sergio Givone a Scandicci Notizie dalla toscana

Scandicci – Nell’Auditorium dell’Istituto Russell Newton di Scandicci, martedì 10 aprile p.v. alle ore 10.00, Sergio Givone terrà la Lectio Magistralis all’interno di un progetto denominato “Hunger Artist”. Alla base delle attività del progetto è l’ultimo racconto di Franz Kafka, Un digiunatore.

L’argomento della lezione non è stato definito, dal momento che il prof. Givone preferisce raccogliere le sollecitazioni degli studenti che partecipano al progetto, delle due classi del liceo linguistico, 3°F e 4°H. Sarà affidato loro, infatti, il compito di presentare il lavoro sinora svolto e di proporre a Sergio Givone le tematiche da trattare.

Hunger Artist” è un progetto di alternanza scuola-lavoro dell’Istituto Russell Newton. È stato ideato e coordinato da Stefano De Martin e dalla Compagnia teatrale GogMagog con i docenti del Russell Newton, in particolare con Arianna Canta, di Tedesco, Paola Castiglia, di Filosofia, Paola Nobili, di Diritto ed economia, Giuseppe Pristerà, di Storia dell’Arte e Paola Sangregorio di Lettere. E’ sostenuto dalla Fondazione Toscana Spettacolo, con cui l’Istituto ha stipulato la convenzione per il percorso di alternanza, e dal Teatro Nazionale della Toscana; ha il patrocinio del Comune di Scandicci. Paola Nobili si occupa del coordinamento delle attività all’interno dell’Istituto e dei rapporti con i soggetti esterni.

Il progetto prevede un laboratorio teorico sul Novecento, con lezioni dei vari docenti e di esperti esterni, e un laboratorio espressivo e performativo con la Compagnia Gog Magog. Si conclude con la partecipazione all’allestimento e alla messinscena dell’opera, che la Compagnia realizzerà nell’autunno 2018. Gli studenti non sono chiamati a recitare, ma a vivere un’esperienza multidisciplinare entrando nel percorso creativo che da un’opera letteraria, come in questo caso, il racconto di Kafka, porta poi alla sua messinscena, attraverso il coinvolgimento attivo in tutte le fasi di studio, ricerca, documentazione, ideazione, allestimento. Hanno modo così di avvicinarsi ai mestieri del teatro e conoscere delle pratiche operative e le professioni teatrali.

Nel laboratorio performativo condotto da Tommaso Taddei, Cristina Abati e Carlo Salvador della Compagnia GogMagog, si lavora sul corpo e sul movimento, sulla percezione di sé nello spazio e nel rapporto con l’altro.

Il Laboratorio Novecento, iniziato nel gennaio 2018, è articolato in una serie di incontri di approfondimento sull’opera di Franz Kafka (“Franz Kafka artista digiunatore”, Arianna Canta), sul tema del circo nella letteratura, nell’arte, nel cinema (“Il digiunatore e dintorni”, Paola Sangregorio), sulle atmosfere artistiche del primo Novecento e sul corpo nella performing art (“Wunderkammer Kafka”, Giuseppe Pristerà), su “I digiuni anacoretici, politici e anoressici nel corso della storia” (Paola Castiglia).

Agli interventi esterni, articolati come Lectio Magistralis ha partecipato Luca Scarlini sul tema: Praga, Kafka e atmosfere kafkaesques nella letteratura, nell’arte e nel cinema. Dopo l’incontro con Sergio Givone il prossimo martedì 10 aprile, sarà la volta di Pietro Gaglianò.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »