energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I 30 anni di Casa Vittoria: un esempio di accoglienza Opinion leader

Firenze – Domenica 17 novembre a Casa Vittoria si festeggiano i 30 anni dalla sua inaugurazione: un’accoglienza che ha aperto le porte a persone con una patologia – l’Aids – che, a quel tempo faceva paura nella società  e che portava molti malati a subire un’ingiusta emarginazione e discriminazione.

Proprio per dare una speranza e una casa a chi era malato e solo, un sacerdote don Guidotti, tre suore della Carità, un medico infettivologo, il dr.Milo, tre operatori del Sert e la Caritas, con una giovane psicologa, hanno potuto aprire a Firenze la prima Casa Alloggio in una villetta donata al card. Piovanelli dalle suore di Nevers.

E domani, nella piccola cappella della Casa, dove in questi anni si è  tanto pregato per la salute delle persone accolte, si ringrazierà il Signore per coloro che hanno permesso di mantenere in vita questa esperienza, ricordando anche le tante persone che, proprio quando il tempo della propria vita “si era fatto breve”, hanno ritrovato in quella casa un calore e degli affetti che sembrava loro di aver perso.

E questo, grazie alle operatrici della Casa e ai tanti volontari che si sono succeduti e ad una psicologa, Nicoletta, che in questi 30 anni, ogni giorno ha dato loro sostegno,coraggio e sorrisi con grande generosità e dolcezza.
Print Friendly, PDF & Email

Translate »