energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

I 50 anni della premiazione dei “Lucchesi distinti all’estero” Notizie dalla toscana

Lucca – Compie 50 anni l’appuntamento con cerimonia di premiazione dei Lucchesi che si sono distinti all’estero, che si tiene lunedì 13 settembre alle ore 16:00 presso il Complesso monumentale di San Micheletto. Nel 1971 ebbe luogo la prima edizione della cerimonia, e da allora la Camera di Commercio e l’Associazione Lucchesi nel Mondo premiano i conterranei lucchesi che, operando nel campo dell’imprenditoria e del lavoro, delle professioni, della cultura e del volontariato, hanno contribuito alla crescita economica e sociale dei Paesi di accoglienza, tenendo alto il nome di Lucca e della sua provincia.

Il Premio “Lucchesi che si sono distinti all’estero” venne istituito nel 1970 quando, analizzando la lunga storia emigratoria dei lucchesi fu evidenziato come fossero spesso emersi personaggi importanti e famosi, sia durante il lungo periodo della Repubblica Lucchese, sia dopo l’Unità d’Italia, e nel 1971 si tenne la prima cerimonia di assegnazione dei riconoscimenti. 

Si stimano essere circa 1,5 milioni gli originari lucchesi nel mondo, conseguenza di un’emigrazione che negli anni ha subito profondi cambiamenti: una volta si partiva con la valigia di cartone alla ricerca di un lavoro nei settori dell’edilizia, della ristorazione, e del manifatturiero in generale, mentre oggi si lascia il territorio per seguire un percorso di studi o una carriera professionale spostandosi anche più volte in luoghi diversi.

Con il tempo sono cambiati anche i rapporti con il territorio di origine: prima erano di tipo univoco, solo gli emigrati chiedevano una qualche forma di supporto, salvo le rimesse inviate ai parenti. Oggi, invece, è di tipo biunivoco: è lo stesso territorio di origine a cercare sinergie con i lucchesi all’estero, le cui posizioni sociali e professionali crescono anno dopo anno. I concittadini lucchesi all’estero possono diventare i primi “ambasciatori” per le campagne di valorizzazione del territorio, si pensi a The lands of Giacomo Puccini, ma potrebbero dare un positivo apporto a idee e progettualità di crescita e sviluppo dello stesso territorio.

In occasione della cerimonia di lunedì 13 settembre saranno consegnati i riconoscimenti anche a Carlo Suffredini, Perry Di Girolamo e Raymond Robert Isola, premiati nel 2020, ma che a causa della pandemia erano stati impossibilitati a venire a ritirare il premio.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »