energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I bibliotecari: “Scaduta la FIS, nessuna rassicurazione dal Comune” Breaking news, Cronaca

Firenze – Solidarietà. La situazione dei bibliotecari in appalto delle biblioteche comunali fiorentine è veramente problematica. Ed è per questo che i lavoratori chiedono solidarietà alla città. Da marzo questi operatori della cultura dopo solo due settimane di smartworking, si sono visti mettere, come raccontano, “tutti in cassa integrazione”. Un’operazione che viene incontro alla necessità di “tagliare i costi”. Fra l’altro, alcuni bibliotecari sono rimasti esclusi anche da questo sussidio, a causa di contratti in scadenza o di forme contrattuali a  chiamata.

La cassa integrazione (FIS) dei lavoratori scadeva il 10 maggio. “Da più di un mese abbiamo chiesto rassicurazioni al Comune sia sulla riapertura o su una riattivazione dello smartworking sia (e soprattutto) per la prossima scadenza del nostro appalto, che data al 30 giugno prossimo”.
Alle sollecitazioni dei lavoratori, ad oggi, non è corrisposta da parte del Comune nessuna risposta concreta. I bibliotecari in appalto delle biblioteche comunali fiorentine sono anche allarmati dalle dichiarazioni dell’assessore Sacchi, che ha spiegato di voler riaprire solo 5 biblioteche sulle 13 totali, con il coinvolgimento del solo personale comunale.
Print Friendly, PDF & Email

Translate »