energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I biglietti dei trasporti salveranno le Poste dalla chiusura Cronaca

Firenze – Tutti e 59 i presidi postali da chiudere, compresi i 17 che hanno già chiuso i battenti, potrebbero trovare nuova vita (e salvezza) da un’idea avanzata oggi dalla Regione Toscana. E l’idea sarebbe questa: perché non permettere agli uffici postali sotto la spada di Damocle di svolgere anche altri servizi per gli utenti? E’ quanto è stato preso in considerazione stamattina, nel nuovo incontro tra Poste e Regione, dopo quello della scorsa settimana. Erano presenti anche i rappresentanti dell’Anci, l’associazione dei comuni toscani, e il caposegreteria del sottosegretario Giacomelli, Alessio Beltrame. Un terzo incontro è stato messo in calendario a breve.

Quali servizi, ecco alcune idee. In primis, quello di distribuire biglietti dei trasporti, dai bus al treno, servizio che d’altro canto è già stato accordato alle tabaccherie e che in molti casi svolgono anche i supermarket. Ma, oltre a questo, anche servizi sanitari, incalzano dalla Regione. Insomma, l’idea è quella di “rimpinguare” l’offerta dei presidi postali sul territorio impedendone così la chiusura. Del resto, lo dichiara oggi il governatore Enrico Rossi, è noto che anche per i 17 uffici su cui il bandone è stato richiuso, non c’è ancora la disdetta d’affitto da parte di Poste. Un segnale che forse si tenterà fino all’ultimo di evitare la chiusura definitiva.

“Il risultato per cui stiamo lavorando mi sembra vincente per tutti – continua Rossi – per Poste che potrà aumentare il proprio volume di affari, per la Regione che vedrà garantito un miglior funzionamento della pubblica amministrazione e per il cittadino che non si vedrà chiudere l’ufficio postale e vedrà aumentare i servizi offerti”. 

Ma la visione del presidente si allarga anche al futuro: “Negli ultimi anni ci siamo trovati di fronte a ripetuti piani di razionalizzazione degli uffici postali. Il modello che proviamo a mettere ora in campo potrebbe essere risolutivo e scongiurare anche eventuali e possibili chiusure future”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »