energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I BioCluster europei si incontrano in Toscana Life Sciences Innovazione

Siena – Sarà la Fondazione Toscana Life Sciences ad ospitare, giovedì 30 e venerdì 31 marzo, il meeting annuale del Council of European BioRegions (CEBR), la rete europea dei cluster tecnologici del settore scienze della vita che conta 37 membri e partner in tutto il mondo. Per accogliere i delegati provenienti da Germania, Francia, Spagna, Regno Unito, Svezia, Finlandia, Lussemburgo, Lituania e Grecia arriveranno a Siena anche i rappresentanti delle principali organizzazioni nazionali del settore, dal Cluster ALISEI all’Associazione Italiana dei Parchi Scientifici e Tecnologici. Il meeting di CEBR sarà un’occasione per il fare il punto sull’attività del network, per aprire un confronto su temi chiave dello sviluppo di settore, dagli investimenti all’internazionalizzazione, e per presentare case history di rilievo. Per la prima volta, infatti, l’appuntamento annuale dell’associazione ospiterà interventi esterni per presentare realtà di impresa innovativa, esperienze positive di network e approfondimenti tematici di interesse per la rete.

“Il CEBR rappresenta da oltre dieci anni migliaia di piccole e medie imprese e oltre duecento fra università e centri di ricerca europei – spiega Francesco Senatore, business develoment di TLS e membro del consiglio direttivo del CEBR – con l’obiettivo di lavorare insieme per fare massa critica e supportare la pianificazione e la gestione dei cluster attraverso la condivisione di buone pratiche e iniziative comuni tra le regioni europee. L’organizzazione in cluster tecnologici, soggetti deputati a fare da ponte fra la ricerca scientifica e lo sviluppo di impresa nei settori più innovativi della conoscenza, si basa soprattutto sulla costruzione ed animazione di reti di relazione in grado di supportare la filiera dell’innovazione. I membri del CEBR lavorano per creare una sorta di “rete delle reti” in grado di mettere a disposizione delle realtà produttive locali opportunità di sbocco a livello globale. Il fatto che dopo molti anni l’annual meeting si svolga in Italia è anche un riconoscimento dell’impegno che negli ultimi anni TLS ha dimostrato acquisendo una posizione strategica nel panorama europeo dei principali BioCluster Regionali”.

Il programma. Ad aprire i lavori e fare gli onori di casa, giovedì 30 marzo, sarà il presidente di Toscana Life Sciences, Fabrizio Landi, che offrirà una panoramica sulle più recenti attività della Fondazione. Interverranno, tra gli altri, un rappresentante di Regione Toscana; Daniela Corda, membro del Consiglio Direttivo del Cluster Tecnologico Nazionale Alisei – Scienze della Vita e Gianluca Carenzo, presidente dell’Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici italiani. Gli interventi proseguiranno per tutta la giornata e riprenderanno la mattina di venerdì 31 marzo quando è prevista

Print Friendly, PDF & Email

Translate »