energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I Cavalieri vincono ma Frati non si accontenta Sport

Molte luci ma anche qualche ombra dopo la partita contro  San Donà. Coach Frati loda i suoi ragazzi ma non è soddisfatto al 100 per 100. "E' stata  una partita molto positiva, 4 punti importantissimi per proseguire nel nostro cammino verso i playoff.
Siamo arrivati a giocare questa importante partita in una situazione extrasportiva molto difficile, tra partenze ed infortunati eravamo in piena emergenza, in più l'infortunio a Borsi, sostiuito dall'argentino De Gregori, ci ha fatto rivoluzionare il reparto degli avanti. Ngawini non si è allenato negli ultimi tre giorni per la nascita della figlia e nonostante tutto ha voluto essere della partita, segnando oltretutto la meta decisiva. L'esperimento di Frati all'apertura, forzato dall'assenza  di Ragusi che si è allenato due settimane con le Zebre, non è andata molto bene, non tanto in termini di gioco, in quanto Marco ha fatto giocare bene la squadra, il suo problema è stato il gioco al piede, gravemente insufficiente per una squadra che ambisce ad arrivare ai play-off.
Le lacune al piede, sia dalla piazzola che in gioco aperto, hanno tenuto aperta una partita che altrimenti sarebbe finita con almeno 30 punti di scarto. Detto questo voglio fare i complimenti a tutti i ragazzi e ringraziarli per l'impegno, la passione e la dignità con cui si stanno comportando".

A fine gara tante le proteste degli avversari… "E' stato uno spettacolo desolante: urla e fischi contro l'arbitro e contro i nostri giocatori. Mi aspettavo, da una piazza importante con una grande tradizione alle spalle che ha contribuito a scrivere la storia del rugby italiano, un minimo di rispetto e soprattutto di competenza in più. Per come è andata la partita sarebbero dovuti essere felici del punto di bonus difensivo e applaudire le due squadre in campo, purtoppo la mancanza di cultura sportiva a volte si fa sentire anche nel nostro sport. Una cosa però mi ha fatto sorridere, nella situazione finanziaria in cui verte il nostro club, alcuni gridavano all'arbitro di essersi venduto ai Cavalieri!"

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »