energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I Comuni pratesi utilizzeranno il difensore civico provinciale Notizie dalla toscana

L'assemblea provinciale, nella seduta di ieri pomeriggio, ha dato il via libera all'unanimità all'utilizzazione del difensore civico della Provincia da parte dei Comuni di Prato, Cantagallo, Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano, Vaiano, Vernio e dell'Unione dei Comuni della Valdibisenzio, autorizzando quindi il rinnovo di tutte le convenzioni che già da anni regolano questo servizio. Nella stessa seduta il Consiglio, informa la nota della Provincia di Prato, ha approvato la delibera relativa al piano di valorizzazione del patrimonio immobiliare dell'ente, presentata dall'assessore al Patrimonio Ivano Menchetti, con i voti favorevoli di Pd e Idv, il gruppo Pdl e il consigliere Riccardo Bini (FLI) hanno votato contro, mentre l'Udc si è astenuta. “Con questo piano prosegue l'operazione sul patrimonio dell'ente, che coinvolge anche alcuni privati che utilizzano spazi appartenenti alla Provincia – ha spiegato Menchetti in proposito – Del piano fanno parte l'efficientamento energetico degli edifici scolastici, che diventano una mini centrale di produzione di energia elettrica, e il lavoro di ristrutturazione del complesso dell'ex Misericordia, un progetto importante perché incide sulla valorizzazione del centro storico”. Per il piano terra della palazzina Gori ad esempio è già previsto uno spazio per l'ufficio turistico, ma l'assessore ha anche annunciato che la Provincia sta pensando a lanciare un concorso di idee per trovare soluzioni tecniche ed economiche efficaci in vista della ristrutturazione complessiva. “Il piccolo parco interno sarà messo a disposizione dell'adiacente scuola Marco Polo – ha aggiunto Menchetti – Ma penseremo anche alla ristrutturazione degli spazi esterni dei poli di via Reggiana e di San Paolo con un project financing da proporre a privati”.
Altre novità l'edificio detto “Marconcino” del polo di San Paolo che viene assegnato alla Fil, la quale si impegna a ristrutturarlo, e l'ex succursale del Datini insieme a una piccola porzione dell'ex Fil in viale Borgo Valsugana che saranno destinati a tre cooperative sociali (Le Rondini dell'Anffas, C.U.I. E New Naif) per consentire le ristrutturazioni delle loro sedi attuali.
Il capogruppo Idv Luca Mori è intervenuto per esprimere soddisfazione sul lavoro fatto e ribadire l'importanza degli interventi sul complesso dell'ex Misericordia, in grado di aprire nuovi spazi per la vita della comunità.

Foto www.spoletoweb.com

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »