energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I giornali chiudono, i giornalisti restano: l’esperienza di Lucca STAMP - Lavoro Nuovo

E che la passione per una professione, le capacità maturate negli anni, l’intesa di una squadra non si perdono con la cassa integrazione. Va al web il merito di aver offerto ai giornalisti, a costi minimi, la possibilità di rimettersi in pista. Questa volta finalmente a modo loro. Ne sono nati un blog – Il Nostro Corriere, poi trasformato in un sito – con uno sguardo volto al sociale, un portale online – Dilettanti Toscana – dedicato allo sport locale e regionale, e, infine, Lucca in Diretta, una testata che li contiene entrambi, aggiungendo la cronaca della provincia lucchese e un’informazione fatta di approfondimenti che abbracciano l’intera Europa, da Firenze a Bruxelles.

La chiusura dei battenti per le pubblicazioni del gruppo Editoriale 2000 di Lucca e Firenze è arrivata tra la fine del 2011 e la metà del 2012. Niente più lavoro per i collaboratori e sorte incerta per i redattori. Ma l’idea che questo epilogo potesse disperdere le capacità di un network collaudato, un ricco patrimonio di conoscenze e l’esperienza derivata da un pluriennale presidio del territorio non è andata giù a tutti. Alcuni tra pubblicisti e professionisti si sono seduti intorno a un tavolo e hanno deciso di dar vita a un blog collettivo, Il Nostro Corriere, che richiamasse la passata avventura nel nome, ma che si rinnovasse nelle caratteristiche. “Riprendiamoci quello che è nostro. Semplicemente con le parole – si legge nella pagina di presentazione -. Questo blog non vuole essere un sito di informazione, ma (…) l’espressione di una rete di persone che ha condiviso, e ama condividere, quello che vede e che vive. E che sente forte la missione di mettere in comune ciò che conosce e approfondisce, senza quella gerarchia propria della redazione giornalistica tradizionale”. Non è lasciato al caso il payoff, think social in un’ottica di apertura, dialogo e condivisione.

Il Nostro Corriere non è stato in realtà che un punto di partenza dall’effetto moltiplicatore: da lì, nell’ordine, hanno visto la luce il portale online dedicato allo sport, Dilettanti Toscana, l’associazione di giornalisti Ventuno, presieduta da Gabriele Mori, reporter televisivo cassintegrato, e volta a diffondere una cultura giornalistica etica e attenta. A tutto questo mancava però una sintesi. A offrirla è stato Lucca In Diretta, quotidiano online in cui le voci già esistenti si sono raccolte e alcune voci nuove si sono aggiunte. Con lo scopo di trasferire sul web le caratteristiche e le professionalità rimaste “a piedi” a causa della crisi dell’editoria tradizionale. A rendere possibile la sua realizzazione l’incontro con Note. “Note ha creduto in noi ed ha accettato di diventare nostro editore”, spiega il direttore responsabile di Lucca In Diretta, Enrico Pace. “Possiamo dunque definirci – continua – una start up assistita da una realtà imprenditoriale già esistente e per cui noi, per il momento, fungiamo da fornitori di contenuti”.

Non importa quindi se i grandi capitali da investire non ci sono: puntare sulle risorse umane e  professionali in network con gli altri, senza rinunciare né ai propri ideali, né alla possibilità di una sostenibilità economica è quello che l’esperienza di Lucca In Diretta insegna. “A oggi siamo una realtà che ha l’ambizione di unire la vocazione commerciale – conclude Pace -, inevitabile per continuare ad esistere, a un certo modo di fare informazione. Corretta, nelle forme, nei toni, nel rapporto con le fonti. E poi attenta all’analisi di fenomeni troppo spesso trascurati, come quelli sociali e dell’emarginazione. Un progetto ambizioso, che ha già ottenuto ottimi risultati – fino a 1400 contatti unici al giorno -, ma che avrà comunque bisogno del suo tempo per decollare. Ogni singola persona che ha apportato anche una singola idea, un contenuto, uno stimolo lo sente suo . Per questo ci crediamo”.

Laura Gianni

copyright: http://www.lavoronuovo.org/archives/3775

immagine: web.rifondazione.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »