energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I laureati fiorentini trovano lavoro più degli altri STAMP - Università

Laurearsi a Firenze conviene? Sembrerebbe di sì, almeno stando al rapporto Almalaurea 2013, che ha preso in alaisi un campione di 5.526 laureati triennali e 2.242 laureati specialistici che hanno conseguito il titolo nel 2011 presso l'Ateneo del capoluogo toscano, nonché 1.094 laureati specialistici del 2007. Almalaurea conferma che i laureati dell'Università di Firenze trovano lavoro prima dei loro colleghi del resto d'Italia. La media nazionale dei neolaureati occupati si attesta al 44,4%, mentre il dato dell'Ateneo fiorentino arriva al 53,1%. Oltre la metà dei neolaureati triennali di Firenze, cioè, trova lavoro entro due anni dal conseguimento del titolo. Sono 39 su 100 i laureati di primo livello che hanno un impiego fisso (39% contro il 34% del dato nazionale), mentre i loro guadagni sono mediamente di 1.089 euro mensili contro i 1.049 del resto d'Italia. Dopo la Laurea triennale, il 47,6% degli studenti fiorentini sceglie di continuare gli studi con una Laurea magistrale, ma di essi l'11% sceglie di conciliare studio e lavoro. A livello nazionale la percentuale dei laureati specialistici occupati si attesta al 59%, mentre quella dei neolaurati fiorentini è lievemente più bassa, ossia il 58%.  Di essi, solo il 34% ha un'occupazione stabile, mentre il 14% decide di proseguire il proprio percorso di formazione. Con il trascorrere del tempo dal conseguimento del titolo biennale, però, le cose sembrano un po' migliorare, dato che dei laureati nel 2007 (ossia 5 anni fa) l'88% risulta occupato (contro un 86%  di media nazionale) e percepisce mediamente 1.463 euro mensili (contro i 1.440 della media nazionale).

Print Friendly, PDF & Email

Translate »