energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I lavori per il rinnovamento dell’ospedale di Grosseto STAMP - Salute

Nel pomeriggio di ieri, 17 febbraio, l’assessore regionale al Diritto alla salute, Daniela Scaramuccia, è intervenuta ad un incontro con la Conferenza dei sindaci del territorio della Asl 9 dedicato alle “Prospettive della sanità nella provincia di Grosseto”. Prima, però, l’assessore si era recata l’ospedale del capoluogo maremmano per inaugurare il nuovo eliporto edil nuovo centro per la cura dei disturbi alimentari. Durante l’inaugurazione del centro diurno “Il mandorlo”, alla presenza del direttore generale della Asl 9, Fausto Mariotti, e delle autorità locali, Scaramuccia ha dichiarato: “si inaugura non solo una struttura, ma l’avvio di un percorso ancora più ampio, che vedrà la realizzazione di un Centro residenziale regionale a Castiglion della Pescaia e della nuova ala dell’ospedale di Grosseto.”. La struttura per la cura dei disturbi dell’alimentazione è già operativa da circa due mesi e viene gestita dal personale della Asl grossetana in collaborazione con l’associazione “Perle onlus”, che da anni si occupa del sostegno alle persone che soffrono di queste patologie e alle loro famiglie. “Il mandorlo” è ubicato all’interno dell’ospedale Misericordia di Grosseto e può ospitare, con trattamento semiresidenziale calibrato sul singolo paziente, fino ad 8 pazienti di età compresa fra i 15 ed i 30 anni. “Dalla sinergia tra associazioni di volontariato, familiari, utenti, istituzioni – ha sottolineato l’assessore al Diritto alla salute – possono scaturire iniziative importanti per garantire il reale diritto alla salute. Questa struttura ne è un ottimo esempio”. Per quanto concerne la realizzazione del nuovo eliporto ospedaliero, invece, Scaramuccia ha dichiarato:  “L’inizio di questi lavori è propedeutico alla realizzazione dell’ala nuova dell’ospedale. In Toscana, come vedete, si continua a investire. I tre pilastri su cui si fonda la nostra politica sanitaria sono qualità, ottimizzazione, investimenti. Nel triennio, nella sanità toscana ci saranno investimenti per 1.200 miliardi”. L’intervento di ristrutturazione per la costruzione dell’eliporto interesserà una superficie di circa 10.000 metri quadrati e durerà per circa 4 mesi. Una volta terminati i lavori per la costruzione della superficie di atterraggio, l’hangar, l’edificio per l’alloggio dell’equipaggio, il parcheggio e la viabilità di collegamento per i mezzi di soccorso, partiranno anche i lavori per la costruzione della nuova ala dell’ospedale grossetano.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »