energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I luoghi del tempo: grandi voci per Giorgio Albertazzi Spettacoli

Sticciano – L’omaggio degli artisti che gli sono stati vicini, e anche l’omaggio di un territorio: a poco più di un anno dalla morte Giorgio Albertazzi è stato ricordato nel luogo, la villa resort di Pescaia vicino a Sticciano scalo, fra Roccastrada e Grosseto, dove ha trascorso gli ultimi anni della sua vita insieme alla moglie Pia de’ Tolomei. Lì l’attore fiorentino ha proseguito la sua attività di creatore – attore anche con produzioni originali come “Piazzolla – Borges” del 2015, l’ultima sua uscita in pubblico.

Protagonista insieme con lui Mariangela D’Abbraccio che ieri sera sulla grande aia della villa allestita a teatro ha riproposto non solo alcuni brani del compositore argentino, ma anche alcune canzoni napoletane, così come Serena Autieri. Due voci intense di straordinaria intensità timbrica esaltate dalla potenza ritmica della musica napoletana come quella di Evelina Mac Nagy. 

 

vanoni

Star della “serata di gioia”, come ha detto salendo sul palco, Ornella Vanoni  che ha proposto fra l’altro alcuni dei suoi brani immortali: Senza fine di Gino Paoli, Vedrai Vedrai di Luigi Tenco, Domani è un altro giorno si vedrà di Giorgio Calabrese e Jerry Chesnut. 

Ad accompagnarle alcune delle presenze musicali più importanti del territorio come Stefano ‘Cocco’ Cantini, il gruppo “Musica da ripostiglio” (Luca Pirozzi, Luca Giacomelli, Emanuele Pellegrini, Raffaele Toninelli), Gianluca Casadei, Alessandro Golini, Vincenzo Campagnolo.

Ciascuno di loro, cantanti e musicisti ha voluto rappresentare un aspetto della sensibilità e dei gusti musicali di Albertazzi, del quale sono state lette alcune poesie scritte in questo angolo di Maremma: una, bellissima nella sua semplicità, dedicata alla moglie Pia.  La sua immagine è comparso proiettata sul muro della villa, che ha salutato i tanti spettatori accorsi per onorarlo.

La Festa per Giorgio è stato l’ultimo dei cinque eventi del festival I luoghi del tempo, una sequenza di eventi multidisciplinari ai quali hanno partecipato intellettuali, scrittori, artisti, attori, musicisti e giornalisti, tutti impegnati in performance itineranti in contesti inconsueti e poco noti della Maremma. Il festival “nomade”, diretto da Lorenzo Luzzetti,  è nato nel 2012 da una collaborazione tra rete Museale della Provincia di Grosseto, AdArte Spettacoli srl e Pro loco Follonica.

I luoghi “fecondati” dagli artisti quest’anno sono stati: la Cripta di Giugnano  Roccastrada, i luoghi di Italo Calvino a Castiglione della Pescaia, il Parco Comunale di Montieri, la Fonte del canalino a Scarlino. 

 

nella foto: da sinistra Mariangela D’Abbraccio, Serena Autieri e Ornella Vanoni

Print Friendly, PDF & Email

Translate »