energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I Mercenari 2 – Testosterone all’ennesima potenza Cinema

Barney Ross e il suo gruppo di mercenari sono sempre sul mercato, sebbene abbiano recentemente messo a ferro e fuoco un'isola in America Latina, ucciso un dittatore e un agente della CIA corrotto. Proprio queste recenti avventure hanno messo il gruppo in debito con Mr. Church, un altro spietato agente della CIA. Vengono così mandati sulle montagne Guzaj in Albania a recuperare dai rottami di un aereo abbattuto una misteriosa cassaforte. Al gruppo si aggiungono inoltre due nuovi membri, l'abile combattente Maggie e il tiratore scelto Billy. Ma quella che sembrava una missione di routine si trasforma presto in una lotta personale quando il leader del gruppo terroristico Sang, Vilain, uccide il giovane Billy. Barney Ross e i suoi uomini non sono persone che perdonano facilmente.

Vero e proprio film generazionale che unisce star provenienti dagli ultimi tre decenni cinematografici "I Mercenari 2" è un grande ritorno al grande cinema d'azione, a base di machismo e battute irriverenti. Caratterizzata da una corsa verso l'accumulo estremo, la pellicola è ottimamente diretta dal regista Simon West, che confeziona con perizia e ironia quest'ottimo action movie. Dove nel primo episodio c'era un cast di tutto rispetto che univa star del cinema d'azione degli ultimo anni, in questo sequel aumenta ancora di più il numero di volti famosi. Quattro le glorie del passato, Arnold Schwarzenegger e Bruce Willis, che avevano già prestato la loro faccia per un breve cameo nel primo episodio ma che qui guadagnano un ruolo maggiore, e le due grandissime star degli anni Ottanta, Chuck Norris, e Jean-Claude Van Damme, che interpreta il leader dei terroristi Sang, il malvagio Vilain.

La semplificazione, insieme all'accumulo, è il secondo elemento caratterizzante di questo secondo episodio dei Mercenari. La trama è assolutamente lineare con nette distinzioni tra bianco e nero, infatti come si può notare sopra, l'antagonista della pellicola è chiamato "Vilain" termine che in francese significa  "cattivo" e che poco si discosta dall'inglese "villain" parola inglese dal medesimo significato che è spesso riferito agli antagonisti. Per rendere tutto comprensibile è importante far capire fin da subito che sia il cattivo.
Continuando sulla strada della semplificazione, dove nel primo si giocava sul tema classico dell'isola sud americana in mano ad un malvagio dittatore, supportato dalla CIA in questo si punta all'ancora più classico tema della lotta con il terrorista cattivo che vuole vendere armi nucleari per guadagno personale. L'azione si sposta dall'ambientazione sud americana, così ricorrente in molto cinema d'azione, a quella altrettanto ricorrente del l'Europa dell'est, scelta che permette inoltre di ammortizzare notevolmente i costi di una pellicola del genere.

Puntare sulla semplificazione, lasciando spazio all'accumulo di scontri e situazioni divistiche che puntino i riflettori sui suoi protagonisti è una scelta assolutamente vincente che permette a "I Mercenari 2" di diventare uno dei più divertenti film d'azione degli ultimi anni, capace di confrontarsi con classici del genere, che non manca di omaggiare, come "Die Hard", "Terminator" e "Rambo".

È interessante notare infine come la carriera di Stallone stia vivendo un secondo periodo d'oro. Grazie soprattutto alla forte auto-ironia che caratterizza i ruoli che ultimamente sta interpretando. Stallone sta arrivando a spegnere settanta candeline e ne è consapevole, non può più interpretare il ruolo dell'eroe senza macchia ma il modo che utilizza per rendere in modo ironico i suoi personaggi risulta assolutamente vincente.

Tra esplosioni, sparatorie e scazzottate "I Mercenari 2" si presenta come uno di quei pochi casi in cui il sequel è, se non migliore, quantomeno alla pari del primo episodio. Una regia consapevolmente esagerata e un'infinità di riferimenti al cinema d'azione degli ultimi tre decenni, fanno della pellicola un film di puro intrattenimento che soddisferà i fan più incalliti del genere e i palati più esigenti.

Regia: Simon West
Sceneggiatura: Richard Wenk, Sylvester Stallone, Ken Kaufman, David Agosto
Genere: Azione
Nazione: USA
Durata: 102'
Interpreti: Sylvester Stallone, Jason Statham, Jet Li, Dolph Lundgren, Yu Nan, Terry Crews, Randy Couture, Liam Hemsworth, Jean-Claude Van Damme, Bruce Willis, Arnold Schwarzenegger, Chuck Norris
Fotografia: Shelly Johnson
Montaggio: Todd E. Miller
Produttore: Guymon Casady, Jason Constantine, Boaz Davidson, Danny Dimbort, Robert Earl, Jon Feltheimer, Basil Iwanyk, Avi Lerner, Danny Lerner, Matthew O'Toole, Trevor Short, Kevin King Templeton, John Thompson, Les Weldon

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »