energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I Musei? Cambiano la vita alle persone Breaking news, Cultura

Firenze – E’ la nota dominante su cui ha aperto a Firenze  ieri  il convegno Museology and Values: Arte e Dignità Umana nel XXI secolo .” I musei cambiano la vita delle persone”:  A pronunciarla Timothy Verdon, direttore del Museo dell’Opera del Duomo, prendendola a prestito dall’Associazione dei Musei del Regno Unito, perché “spiega con semplicità di cosa tratta questo convegno”. . E’ in estrema sintesi il messaggio che emerge dal convegno Museology and Values, ribadito nel “manifesto” presentato stamani, con cui si chiude il convegno, che definisce quale sia l’identità e la missione di un Museo. 

Il documento, sottoscritto dai maggiori musei internazionali di arte antica presenti al convegno – tra cui il Louvre, lo State Hermitage Museum, i Musei Vaticani, la National Gallery di Londra, il Bode-Museum di Berlino, la Gallerie degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia di Firenze, la Pinacoteca di Brera e altri ancora – spiega che “Nella diversità delle loro espressioni culturali i musei incoraggiano un approccio empatico alle differenze, favorendo l’apertura e la tolleranza. Essendo ospitali, inclusivi e rispettosi, essi promuovono la consapevolezza di una comunità universale nonché la convinzione che ciò che unisce le persone sia più importante di ciò che le divide”. 

“Il curatore del museo – prosegue il manifesto – deve interpretare il proprio ruolo letteralmente come quello che si prende “cura” di ogni visitatore, proponendo un vasto arco di incontri con credenze, idee e immagini capaci di trasformare i turisti in amanti eterni dell’apprendimento. Occorre aiutare gli adolescenti e i giovani adulti a riconoscere i temi vicini ai propri interessi e a costruire ‘musei delle emozioni’ nelle nostre gallerie. Gli immigrati devono vedere i musei come luoghi di emancipazione e sedi di cittadinanza, dove il racconto interculturale rivela affinità insospettate”. 

Il convegno, entrato a far parte dell’European Year of Cultural Heritage 2018, per la sua rilevanza culturale, ha ricevuto dal Capo dello Stato Italiano, Sergio Mattarella, la “Medaglia del Presidente della Repubblica” e i patrocini del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Council of Europe, UNESCO, Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione Architetti Firenze, ICOM Italia. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »