energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I piccoli della palla ovale in campo per Telethon Sport

Grande soddisfazione nelle parole del presidente del Golfo Rugby Luigi Oretti: "Gli incassi saranno devoluti a Telethon -dichiara Oretti – siamo molto orgogliosi di essere stati chiamati a partecipare a questa iniziativa benefica. Sono tre anni che abbiamo iniziato la nostra attività, e il Golfo Rugby rappresenta l'unica realtà nella provincia di Grosseto. Siamo una piccola società, ma ci siamo ingranditi l'anno scorso col trasferimento a Scarlino. Siamo infatti al centro di un territorio che sta tra Gavorrano, Scarlino, Follonica e Massa Marittima e ci poniamo come fulcro per promuovere l'attivita rugbistica nell'alta maremma. Sono arrivati molti bambini, e anche i genitori stanno cominciando a entrare nell'ottica di comprensione del rugby, che non è solo quello giocato in campo, ma che vuole la partecipazione attiva anche fuori dal campo". Oretti prosegue: "Questa iniziativa si sposa perfettamente con la nostra idea di rugby. Un'affinità di intenti che lega il movimento del rugby toscano alle iniziative benefiche di Telethon, che da sempre è impegnato a salvaguardare le realtà più disagiate". La direttrice della banca Bnl, Daniela Bartolini dichiara: " L’obiettivo è raccogliere fondi per la ricerca scientifica sulle malattie genetiche sostenendo l’attività della Fondazione Telethon.  La Fondazione da anni si occupa di garantire alla ricerca sulla distrofia muscolare e le altre malattie genetiche, risorse per finanziare i migliori progetti e i ricercatori più meritevoli. La partnership di Bnl con Telethon è uno dei maggiori progetti di fund raising in Europa: la banca infatti affianca da oltre 20 anni la Fondazione Telethon nella raccolta dei fondi a sostegno della ricerca scientifica sulle malattie genetiche, condividendone valori e missione. Una proficua collaborazione che ha permesso di raccogliere complessivamente dal 1992, più di 223 milioni di euro. Cifra che ha contribuito a far avanzare la ricerca su centinaia di malattie genetiche conosciute, molte delle quali gravi e ancora senza una terapia efficace. Molto e' stato fatto e molto deve però ancora essere fatto in questo settore dove i progressi scientifici e soprattutto le soluzioni terapeutiche efficaci non possono prescindere dalla disponibilità di adeguate risorse finanziarie". Saranno sei le società toscane presenti al concentramento, per un totale di circa 160 bambini: Siena Rugby, Elba Rugby, Etruria Piombino, Rugby Rufus San Vincenzo, Amatori Rugby Rosignano ed Emergenti Cecina.

Foto: benettonrugby.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »