energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

I progetti più significativi per la Firenze del futuro Cronaca

Mercoledì 28 settembre è andata di scena, a Firenze, la seconda edizione dei “Cento luoghi”. Nelle assemblee urbane il Comune ha presentato ai cittadini i suoi progetti per la Firenze del futuro. Fra i più significativi c’è quello per l’area del Parterre che, grazie alla collaborazione di Comune e Provincia, dovrebbe riunire una serie di servizi pubblici destinati ai cittadini, come il Centro per l’impiego provinciale, vari uffici di relazione con il pubblico (Urp), ed uffici della Firenze Parcheggi. Al centro delle discussioni, poi, c’è stato il progetto di riqualificazione dell’area di San Lorenzo. Inizialmente il Comune aveva pensato di non rinnovare le licenze ad almeno la metà dei proprietari di bancarelle del centro. Scontratosi con le proteste della categoria dei commercianti, però, il vicesindaco Dario Nardella aveva fatto marcia indietro ed aveva prospettato la possibilità di spostare i banchi dalla piazza antistante la basilica di San Lorenzo in via Martelli ed in via dei Cerretani. La nuova San Lorenzo pensata dal Comune, dunque, prevede di liberare la zona dal mercato per consentire il transito dei bussini elettrici. In piazza San Firenze, invece, lo spazio lasciato libero dopo lo spostamento, previsto per fine anno, degli uffici giudiziari al nuovo Palazzo di Giustizia di Novoli, verrà utilizzato per creare un centro di coordinamento per le università straniere a Firenze. L’amministrazione Domenici aveva pensato di creare nell’ex tribunale un museo della città, mentre Renzi avrebbe deciso di riqualificare San Firenze spostando le bancarelle in Lungarno Pecori Giraldi e pedonalizzando l’area antistante la piazza. Per il Forte Belvedere, teatro, sotto l’amministrazione Domenici, di due tragiche morti per caduta dai bastioni, ancora i progetti sono da completare. Lo ha ammesso l’assessore alla Cultura del Comune di Firenze, Giuliano da Empoli. L’idea, tuttavia, sarebbe quella di trasformare il fortino mediceo progettato da Bernardo Buontalenti in un luogo d’incontro per le università americane a Firenze. Se al Forte Belvedere le cose sono ancora in alto mare, al Parco della Musica, invece, i lavori dovrebbero essere completati in vista dell’inaugurazione di dicembre. Per il nuovo teatro del Maggio Musicale Fiorentino il Comune ha inserito in bilancio circa 5 milioni di euro ed a settembre convocherà la conferenza dei servizi per l’approvazione del progetto esecutivo. Verrà restituita alla città, poi, l’area del Meccanotessile. Inizialmente l’amministrazione Renzi aveva pensato di vendere l’area. Poi, però, il progetto per la riqualificazione dell’area si è modificato ed ha previsto la creazione di un parcheggio, un’area verde, un ostello ed un asilo. Per la realizzazione di questi spazi, il Meccanotessile verrà abbattuto, indicativamente intorno al prossimo agosto. La Manifattura Tabacchi, infine, verrà trasformato in un complesso con due o tre torri alte poco meno di 70 metri, che ospiterà negozi e case private. Naufragata l’idea di costruire case popolari, il Comune ha deciso che i circa 90.000 metri quadri della Manifattura Tabacchi ospiteranno un gruppo di alloggi privati, la cui vendita porterà nelle casse comunali circa 3 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »