energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Tre grandi obiettivi per A D V ma intanto imperversa il caso Ljajic Sport

La Fiorentina continua a vincere con punteggi larghissimi le amichevoli precampionato. Quella col Graziantepspor era la più  impegnativa fra quelle disputate finora, in attesa delle trasferte in Spagna e Portogallo. Il calcio turco non è tra i più forti d’Europa, ma è sicuramente in progresso sul piano tecnico e economico ,come dimostrano i risultati della nazionale (in lotta per il secondo posto nel girone delle qualificazioni mondiali dominato dall’Olanda) e del Galatasaray e del Fenerbahce nelle ultime Coppe continentali. Il Graziantepspor ha ambizioni di media classifica nel prossimo campionato, ma contro la Fiorentina è riuscita a resistere per un solo tempo, prima di essere travolta dal gran gioco già messo in evidenza dalla squadra di Montella, che, incontentabile come sempre, chiede ai suoi giocatori di migliorare di volta in volte nell’intesa e nella tenuta atletica. Montella ha schierato nel primo tempo quella che sembra ormai (con l’inserimento di Gonzalo in difesa) la formazione tipo con lo schema tattico del “3-5-2” (Neto, Tomovic, Compper, Savic, Joaquin, Ambrosini, Pizarro, Borja Valero, Pasqual, Rossi, Gomez). Anche se è rimasta a secco di gol -con un Rossi che deve ancora ritrovarsi completamente-la squadra è piaciuta e ha messo in evidenza soprattutto uno Joaquin scatenato. Nella ripresa sono via via cambiati tutti e con l’inserimento di Ljajic la pericolosità è aumentata in misura notevole e sono arrivati 4 gol. La nota più lieta messa in evidenza dalla Fiorentina è che Montella ha a disposizione due squadre di pari valore, che gli permetteranno di affrontare senza grossi problemi tutte le tre competizioni di un’intensissima stagione: campionato. Europa League, Coppa Italia.

Il primo obiettivo di Andrea (e Diego) Della Valle è di riportare la Fiorentina ai vertici del calcio nazionale e internazionale e di vincere almeno un trofeo. Le speranze non mancano, tanto più che il calciomercato sembra ancora aperto. E’ vero che Pradè e Macia saranno impegnati nello sfoltire i ranghi cedendo i giocatori in soprannumenro  (Vargas, Cassani, El Hamdaoui in testa), ma è altrettanto vero che va risolto il caso Ljajic e che sembra sempre più possibile l’arrivo di un portiere (Julio Cesar o Summer) che renda più tranquillo Montella. Riguardo a Ljajic non mancano le polemiche tra Fiorentina e Milan, col consigliere Panerai che ha annunciato l’eventualità di un deferimento di Galliani per le sue continue intromissioni che andrebbero contro il regolamento, visto che il serbo è ancora tesserato per la squadra viola. Dopo la Juventus, il Milan: la Fiorentina non vuol farsi mettere le mani addosso da  nessuna tra le grandi società che abitualmente comandano il calcio italiano.
A questo proposito va detto che Andrea Della Valle ha annunciato il suo secondo obiettivo: quello di rafforzare la posizione della Fiorentina in Lega, partecipando assiduamente  a tutte le riunioni milanesi. Andrea Della Valle sarà presente personalmente o si farà rappresentare da un uomo di calcio come Pradè. La Fiorentina, insomma, si farà ascoltare e porterà subito sul tappeto la richiesta (logica e giustificata) del rinvio al lunedì delle partite delle squadre che partecipano all’Europa League. Si prevede una battaglia molto dura, ma la Fiorentina, con la collaborazione della Lazio e del’Udinese, spera di vincerla.
Infine il terzo grande obiettivo della famiglia Della Valle riguarda lo stadio. Dato per sicuro che saranno apportati i miglioramenti indispensabili al vecchio “Comunale”, cercando di coprire il maggior numero di posti, nonostante il parere contrario di chi considera l’impianto un monumento nazionale, resta più che mai valida l’idea  di costruire un nuovo stadio nell’area Mercafir. Le ultime notizie riferiscono di Diego e Andrea Della Valle impegnati nell’acquisizione di una notevole parte dell’area che circonda la Mercafir per costruire una “cittadella” che si avvicini in qualche modo a quella che i proprietari della Fiorentina avevano progettato per la zona di Castello. Se l’idea potrà essere portata in fondo, il Comune dovrà prenderne atto e accelerare le pratiche che  vengono sistematicamente rinviate ogni volta che i Della Valle si muovono per centrare l’obiettivo. Ne sapremo molto di più tra settembre e ottobre, quando l’attività politica riprenderà in pieno dopo le ferie. Diego e Andrea insisteranno nelle loro richieste e i tifosi sperano che finalmente uno dei più grossi problemi dello sport fiorentino venga risolto nella maniera migliore.
Raffaello Paloscia

Foto: Iacopo Barlotti

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »