energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ict, la Welcome Italia approda a Pisa STAMP - Azienda

La società originaria di Massarosa oltre ad arricchire il tessuto produttivo di alta qualità pisano, darà fiato all’occupazione con 50 posti di lavoro grazie ad un investimento di 10 milioni di euro. La consegna dei lavori per la nuova sede è prevista per settembre. A presentare i vari aspetti dell’insediamento il presidente di Welcome Italia Stefano Luisotti, il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, Franco Forti e Luigi Doveri, rispettivamente proprietario e Ad della Forti Holding SpA, l’azienda titolare del terreno e dei lavori della nuova struttura. La Welcome Italia vede la sua attività principale nel campo delle comunicazioni per l’impresa, dalla telefonia alla gestione di server per aziende di grandi dimensioni con servizi innovativi. Si insedia nell’area in espansione di Montacchiello, zona che insieme ad Ospedaletto corrisponde al principale polo produttivo pisano. Un’azienda attenta alla learning organizzation la Welcome che «ha scelto Pisa perché città appetibile dal punto di vista delle vie di comunicazione tra aeroporto internazionale, ferrovia e autostrada, nonché fornita di un radicato tessuto di ricerca e innovazione ben integrato con le aziende – ha detto Stefano Luisotti -, ma un altro fattore che non ci ha fatto pensare due volte a Pisa è che qui ad Ospedaletto verrà costruito un asilo per i figli dei dipendenti delle aziende che vi operano: la nostra azienda è molto attenta al benessere dei propri lavoratori». Stanno quindi dando i primi frutti i “Patti di comunità” lanciati dall’Amministrazione Comunale, che vedono l’azione sinergica di pubblico e privato per migliorare i servizi alla collettività. «Saluto con entusiasmo l’arrivo della Welcome Italia – sostiene Marco Filippeschi -, in una città che oggi si pone come luogo appetibile all’investimento di aziende di alta qualità produttiva con le aree di Ospedaletto e Montacchiello che, grazie ai 3 milioni di euro che vi verranno investiti, si pongono insieme all’area produttiva fiorentina come zona produttiva di riferimento della Toscana».

Andrea Bianchi

 

(nella foto: Doveri, Forti, Filippeschi e Luisotti)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »