energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Ictus, premi allo Stroke Team di S.M.Nuova e ad Angela Konze STAMP - Salute

Firenze – Doppio premio per l’ospedale Santa Maria Nuova alla Conferenza della European Stroke Organization che si è tenuta a Lione nei giorni scorsi. Gli ESO-Angels Diamond Awards sono stati consegnati allo Stroke Team di Santa Maria Nuova, coordinato da Giancarlo Landini e da Michele Lanigra e rappresentato dall’infermiera di Medicina d’Urgenza, Rita Marino. Durante la Conferenza a Lione è stato anche consegnato ad Angela Konze, radiologa a Santa Maria Nuova e direttore della Neuroradiologia della Ausl Toscana centro, il premio “Spirit of Excellence in Stroke Care” che ogni anno viene conferito a 5 operatori sanitari europei per il loro impegno a raggiungere e a diffondere l’eccellenza nella cura dell’ictus. Per la prima volta quest’anno il prezioso riconoscimento internazionale è stato dato a un radiologo a sottolineare l’importanza di questa disciplina nel percorso ictus.

Mi sento rappresentativa – commenta Angela Konze – per tutti i colleghi degli Stroke Teams della nostra azienda che hanno reso possibile, tramite il costante impegno e la loro collaborazione, di raggiungere questi risultati che permettono di dare un’altra possibilità al paziente colpito da ictus”.

Con la collaborazione di tutte le discipline e di tutte le professioni, il dipartimento di Diagnostica per Immagini, meglio conosciuta come Radiologia, ha contribuito notevolmente ai successi di questi anni con la realizzazione di protocolli diagnostici standardizzati, con l’introduzione di innovazioni come l’Intelligenza Artificiale nella diagnostica TC e l’elaborazione di procedure operative che rendono il percorso sempre più veloce e fluido, per non dimenticare che “Tempo è Cervello” e l’ictus cerebrale cambia in un attimo la vita al paziente, della sua famiglia e dei suoi amici.

Lo Stroke System della Ausl Toscana Centro, coordinato da Pasquale Palumbo, è un gruppo multidisciplinare e multiprofessionale, formato da tutte le figure professionali di tutte le discipline coinvolte nel percorso del paziente colpito da ictus (nella foto) . Dal 2018, su iniziativa di Angela Konze, collabora con la Angels Initiative che ha come mission che ogni paziente, in qualsiasi parte dell’Europa e del mondo, verrà trattato nel migliore dei modi in un ospedale attrezzato per cura dell’ictus. Il programma di monitoraggio della qualità della Angels Initiative, basato sugli indicatori della European Stroke Organization (ESO), ogni trimestre assegna agli ospedali partecipanti che hanno raggiunto i criteri richiesti i premi che vanno dal premio Oro fino al massimo riconoscimento che è il Diamond Award. Nella Ausl Toscana centro l’ospedale di Santa Maria Nuova nel 2019 ha ricevuto come primo ospedale italiano il premio Diamond e nel corso degli anni si sono aggiunti altri 10 premi Diamond mantenendo alto e costante il livello raggiunto. Negli anni successivi anche gli ospedali di Prato, Santa Maria Annunziata e Pistoia hanno raggiunto i criteri richiesti dal programma di monitoraggio e ricevuti i premi Oro, Platino e Diamond.

Nonostante i notevoli progressi nella diagnosi e nella terapia dell’ictus cerebrale, questa patologia tempo-dipendente rimane ancora oggi la terza causa di morte e la prima causa di disabilità permanente nell’adulto anziano e cambia in un attimo la vita del paziente, della sua famiglia e dei suoi amici. In Toscana ogni anno si aspettano circa 9000 casi di ictus cerebrale. La Regione Toscana negli ultimi anni ha istituito le reti tempo-dipendenti di cui fa parte la Rete Ictus

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »