energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Il bilancio dei danni del terremoto in provincia di Massa Carrara Notizie dalla toscana

È di tre case, due chiese e sette scuole il bilancio degli edifici dichiarati inagibili dai vigili del fuoco a Carrara. La provincia di Massa Carrara è uno dei territori toscani che sono stati più colpiti dal terremoto di venerdì 27 gennaio. Alle 15:53 la terra ha tremato a causa di una scossa con epicentro a Corniglio, in provincia di Parma. Nella serata, poi, si sono registrate anche delle scosse di assestamento di magnitudo 2.7, 3.2 e 2.0 in prossimità dell’epicentro. Nei comuni lunigianesi di Bagnone e Fivizzano, in provincia di Mass Carrara, i vigili del fuoco hanno effettuato sopralluoghi in due chiese che sono state dichiarate inagibili. La chiesa della Sacra Famiglia, la parrocchia principale di Marina di Carrara, è stata dichiarata inagibile a causa delle crepe che si sono aperte nelle volte interne sopra l'altare. Il parroco, don Ezio, ha dovuto spostare la messa domenicale nel cinema Manzoni, che è di proprietà della stessa parrocchia. Il Liceo Artistico di Carrara rimarrà invece chiuso per circa 10 giorni a causa del crollo di intonaci e calcinacci nelle aule di laboratorio, mentre altre 180 abitazioni del Massese registrano danni provocati dalla scossa di venerdì. L’Istituto Tecnico Industriale Meucci di Massa è stato chiuso oggi, 30 gennaio, a causa del crollo di calcinacci da una trave del controsoffitto di una delle aule. I pezzi di intonaco staccatisi dal soffitto hanno colpito in testa uno studente, per fortuna senza conseguenze. Gli alunni sono comunque stati invitati ad uscire dalla scuola, anche se non è stato possibile utilizzare le uscite di sicurezza, che da tempo sono state chiuse con dei catenacci a causa di lavori di ristrutturazione.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »