energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il bilancio della stagione degli incendi in Toscana Notizie dalla toscana

Se si considera la superficie boscata toscana, ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Salvadori, nel 2011 la Regione ha investito per la prevenzione e la lotta agli incendi boschivi circa 10 euro per ettaro. Una cifra irrisoria, se si pensa che ha permesso lo spegnimento dei 615 incendi sviluppatisi nei boschi toscani dall’inizio del 2011. Durane la conferenza stampa tenutasi oggi, 7 novembre, a Villa Favorita (Firenze) per fare il bilancio dei roghi dell’annata 2011, l’assessore ed il comandante della Guardia Forestale per la Toscana, Donato Monaco, hanno spiegato che la prevenzione degli incendi in Toscana ruota attorno all’attività della Soup, la sala operativa antincendio della Regione. Oltre ad essere attiva 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno, la Soup ha una struttura ramificata in Cop (Centri operativi provinciali) che le permettono di operare fianco a fianco con vigili del fuoco e corpo forestale. La Toscana può contare su 10 elicotteri antincendio ed oltre 500 mezzi attrezzati a fronteggiare i roghi, nonché su oltre 3.800 volontari e 600 operatori forestali. Per il 2011 la Regione ha destinato all’attività antincendi 11 milioni di euro, ossia 800.000 euro meno che nel 2010 a causa dei tagli statali. Di questi 11 milioni circa 4,5 sono stati destinati agli enti locali, 1,2 alle associazioni di volontariato, 3,6 ai servizi ed alle infrastrutture di carattere regionale e 900.000 euro a vigili del fuoco e corpo forestale. Quanto ai numeri degli incendi che si sono sviluppati in Toscana nel 2011, gli ettari interessati sono stati 1.033, dei quali 747 boscati. Ogni incendio ha bruciato 1,21 ettari di bosco, ma poteva andare ben peggio. Fra il 15 giugno ed il 15 settembre 2011, lasso di tempo che è stato definito “periodo ad alta operatività” sono stati, infatti, ben 744 gli interventi antincendio. «In questo periodo – ha rimarcato Salvadori – la struttura regionale è stata impegnata al massimo dell’operatività, presidiando l’intero territorio con servizi di pattugliamento, prontezza operativa e reperibilità. Inoltre abbiamo avuto una fase molto intensa per quasi tutto il mese di ottobre con 132 incendi di vegetazione e 136 incendi boschivi, in presenza di una particolare condizione meteo climatica e un lungo periodo di siccità». La superficie boschiva interessata dagli incendi nel 2011, comunque, è stata molto inferiore a quella degli scorsi anni, anche se i roghi sono stati 615 contro i 45 del 2009.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »