energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il “Boss” e Madonna a Firenze: piccola guida per i fan Spettacoli

E’ tempo di crisi, ma anche di rock per Firenze che spera che le migliaia di persone che affolleranno la città in occasione delle due kermesse diano ossigeno ad un’economia in affanno.
Alberghi e ristoranti si stanno preparando, ma anche l’amministrazione cittadina che ha diffuso particolari e suggerimenti per affrontare al meglio i due eventi.
Bruce Springsteen & The E Street Band con il suo Wrecking ball tour, che ha debuttato all’Estadio Olimpico di Siviglia, ha dato il via ad una lunga serie di tappe europee che lo vedranno impegnato sino alla fine di luglio con tre date italiane: Milano il 7, Firenze il 10 e Trieste l’11 giugno.
Difficile anticiparne la scaletta, si sa solo che il “Boss” sta presentando il suo ultimo disco, Wrecking ball, in cui si schiera dalla parte di tutti coloro che perdono e hanno perso il lavoro a causa della crisi economica. Tanto che a Siviglia si è rivolto al pubblico dicendo "indignados estoy con vosotros", indignati, io sto con voi, a ribadire la sua attuale presa di posizione. 
Intanto dagli Stati Uniti giunge la notizia che da un sondaggio condotto per la Cbs e il magazine Vanity Fair risulta che il 20% degli americani se dovesse dare l'incarico ad un musicista per scrivere il nuovo inno nazionale si rivolgerebbe a Bruce Sprinsteen. L'autore di Born in the U.S.A. ha superato Dolly Parton, la cantante leggenda del country che ha ottenuto il 19 per cento dei consensi, e anche il grande Stevie Wonder, al terzo posto con il 18 per cento.
Il “Boss” torna a Firenze dopo nove anni, sbancando il botteghino, con un pubblico di 44mila persone che saranno presenti al concerto, di cui più di 5mila toscani, oltre 27mila provenienti dal resto d'Italia e oltre 1600 dall'estero. Madonna invece, assente dal lontano 1987, avrà 43mila fans corsi ad ascoltare live I brani del suo nuovo album MDNA e altri famosissimi, pietre miliari della sua carriera musicale: già venduti oltre 39 mila biglietti ne restano ad oggi disponibili circa 2500.

La 'guida' ai due eventi rock è stata presentata in Palazzo Vecchio dal Sindaco Matteo Renzi, Massimo Gramigni e Riccardo Basile di Prg, società che cura l'organizzazione di entrambi i concerti.
Renzi ha sottolineato l'importanza di questa prova per la città e di come il numero di persone che porteranno i due concerti debba far riflettere sulla nostra capacità di accogliere persone da fuori. "Speriamo di non disturbare troppo i residenti" – ha detto il Sindaco – aggiungendo che "chi fa la fatica di leggere il volantino arriva preparato". A questo proposito è stato illustrato il piano della mobilità, e sono stati lanciati due appelli ai fans: “venite in treno”, la stazione di Campo di Marte dista circa 300 metri dallo stadio; “venite in autobus” perché  l'ATAF ha istituito delle linee straordinarie, fino a circa 60' dopo il termine del concerto, che coprono il centro storico ma anche l'hinterland fiorentino.
Biciclette, moto e motorini potranno arrivare fino ai limiti della transennata esterna dello Stadio Franchi. Per chi andrà in macchina, e dispone di Telepass, ci sarà un posteggio dedicato gestito dalla Firenze Parcheggi: il servizio è disponibile per qualsiasi utente Telepass d'Italia.
Trenitalia metterà a disposizione treni speciali dalla stazione di Firenze Campo di Marte (300 metri dallo stadio). La tramvia viaggerà eccezionalmente fino a due ore dopo il termine dei concerti. 
Per quanto riguarda  i residenti, il Comune avvierà da oggi la distribuizione  di volantini con la mappatura dei posteggi, poiché è stata considerata 'area concerto' tutta la zona di Campo di Marte. Tutti i dettagli sono disponibili sui due siti web creati apposta per i due concerti: www.springsteenafirenze.it e www.madonnaafirenze.it in cui è possibile scaricare le piantine degli ingressi, gli orari di treni, bus, navette, tranvie, le indicazioni sui posteggi.
Una curiosità: per entrambi gli artisti il Comune di Milano ha concesso l’autorizzazione in deroga per alzare i limiti di decibel, da 80 a 82, previsti per i concerti. Che succederà a Firenze?

Giovanna Focardi Nicita

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »