energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il cacao: una mostra celebra il cibo degli dei Cultura

Firenze – Semi che racchiudono un aroma sublime, divino. Dopo un lungo processo di lavorazione diventano cacao. Il suo gusto particolarmente delizioso è diventato nei secoli il simbolo del piacere con il nome di cioccolato. Considerato l’afrodisiaco per eccellenza, il cioccolato è stato proibito per secoli dalla chiesa perché ritenuto impuro. Ora una mostra, Cacao tra Cielo e Terra, presso il Museo della Fondazione Scienza e Tecnica di Firenze, rende omaggio al cibo degli dei.

L’esposizione, visitabile fino al 13 aprile 2020, ripercorre il cammino che ha portato alla scoperta del cacao. Dalle sue origini, molto antiche, il cacao ha una lunga e affascinante storia che prosegue fino ai nostri giorni ancora più valorizzato dalle recenti scoperte sul potere terapeutico di questa sostanza.

Il cacao era conosciuto e apprezzato nell’America precolombiana, dove i Maya coltivavano la pianta di cacao e lo veneravano come una sostanza preziosa, donata direttamente dagli dei. Poi arrivò Colombo che lo importò nel Vecchio Continente diffondendolo come una squisita bevanda, accompagnata da zucchero, cannella o vaniglia. In Toscana, dopo la diffidenza iniziale, il cioccolato divenne usato dai ceti più alti, o da chi se lo poteva permettere, dopo che, nel 1600, i Medici decisero di elogiare le sue proprietà benefiche.

Recentemente con l’approfondimento scientifico delle proprietà della pianta sono state ampiamente riconosciute le qualità curative che sono molte. Il contenuto di caffeina presente nel cacao è utilizzato per la cura del mal di testa e per l’asma come broncodilatatore. Inoltre, l’alto concentrato di polifenoli aiuta ad abbassare la pressione e la glicemia.

Così, il cioccolato cura la mente, il cuore, l’anima e anche il fisico.

Il percorso espositivo è arricchito da schede tematiche sul cacao e cioccolato già presentate all’Accademia dei Georgofili nel 2018. Sono programmati eventi per il pubblico e le famiglie come laboratori, conferenze e lezioni di Silvia Giomi in Planetario, mentre i risultati della ricerca biomedica saranno presentati il prossimo 14 dicembre a Firenze, al Congresso Cacao & cioccolato, dolcezze per la salute.

Le collezioni della Fondazione Scienza e Tecnica e le potenzialità del suo Museo non cessano di stupire, proponendo sempre nuovi percorsi, – Donatella Lippi, presidente della Fondazione Scienza e Tecnica – all’insegna della interdisciplinarietà, riuscendo a far dialogare mondi diversi e proponendo, quindi, la Fondazione come vero e proprio centro formativo, soprattutto per le giovani generazioni”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »