energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il calcio toscano saluta il 2012 in allegria Sport

Allegra fine d’anno per il calcio toscano in tutte le categorie, dalla serie A alla Lega Pro. Si può parlare di autentico rilancio dopo qualche anno di amarezze e delusioni. Ricordiamo con nostalgia i tempi in cui ben 4 squadre della regione (Fiorentina, Livorno, Siena ed Empoli) giocavano nel massimo campionato.Un autentico record in campo nazionale.Sarà un’impresa tornare  a quegli anni di splendore, ma il risveglio c’è ed è dimostrato dai fatti.
Cominciamo dalla Fiorentina, l’autentica rivelazione per  gioco e risultati dell’attuale stagione.Un anno fa la squadra viola occupava uno degli ultimi posti in classifica ed era giustificato guardare al futuro con preoccupazione. La salvezza arrivò dopo tre cambi di allenatore. Ora sembra di essere in un altro mondo. La Fiorentina chiude il 2012 al terzo posto in classifica e nei quarti di finale di Coppa Italia. Il ritorno in Europa è lì, a portata di mano,a meno di una crisi, impensabile se si tiene presente quello che ha fatto la squadra finora, entusiasmando nel gioco.La “rivoluzione d’estate”, con l’arrivo di Pradè e Macia nella stanza dei bottoni,di Montella alla guida tecnica, di ben 18 nuovi giocatori, ha avuto un effetto quasi magico. Gli elogi si sprecano ed è veramente arduo provare a stilare una graduatoria di meriti, anche se Montella e il suo staff hanno fatto cose straordinarie anche sotto il profilo dello spettacolo.Tra i giocatori, tutti da elogiare, sono emersi in particolare Borja Valero,Pizarro, Gonzalo, Savic, Roncaglia, Cuadrado,Pasqual e il sorprendente Toni. Jovetic, come era nelle previsioni,è stato il goleador della squadra,anche se da lui è lecito attendersi altri progressi.Ora c’è molta curiosità per il futuro, anche alla luce di quello che accadrà al calciomercato che riapre ufficialmente giovedì .Andrea Della Valle (nella foto), che ha ritrovato l’entusiasmo dei tempi felici, ha già dato la sua disponibiltà economica. Intanto entro il mese di gennaio sapremo se la Fiorentina sarà andata avanti in Coppa Italia, fino a raggiungere la finalissima.Voto: 9
In serie B il Livorno (che ora, col secondo posto in classifica, otterrebbe la promozione diretta nel massimo campionato) ha qualche punto di contatto con la Fiorentina. L’allenatore Nicola è giovane come Montella, la squadra è stata largamente rinnovata,alcune individualità di spicco consentono agli amaranto di dar vita a un gioco piacevole e redditizio. I punti di forza sono gli attaccanti Paulinho, Dionisi e Siligardi che fanno del reparto un’autentica macchina da gol. Per centrare l’obiettivo il Livorno dovrà tentare l’aggancio al Sassuolo, ma basterebbe respingere l’assalto dell’attrezzatissimo Verona. Il presidente Spinelli ha promesso rinforzi in difesa e a centrocampo.Voto 8,5.
Sempre in serie B l’Empoli, dopo una partenza infelice, ha raggiunto un rendimento straordinario, sia in casa sia in trasferta, e ha scalato domenica dopo domenica, posizioni in classifica.Ora è quarto, ma ha dal Verona un distacco di 10 punti,che dovrà  ridurre di un paio di lunghezze per partecipare ai play off. L’impresa è possibile,  se Tavano continuerà a segnare col ritmo attuale e se i tanti giovani a disposizione di Sarri cresceranno ancora.Quella del lancio delle “promesse” è una tradizione che prosegue. Due nomi su tutti.il fantasista Saponara e Tonelli,difensore con la licenza di segnare.Voto 8,5.
Nella prima divisione della Lega Pro il Pisa è,come nelle previsioni, la squadra più ambiziosa. I nerazzurri avevano raggiunto la vetta della classifica che poi hanno ceduto all’Avellino dopo il confronto diretto. La squadra, comunque, c’è e la società è solida.La lotta sarà incertissima fino all’ultima giornata. Voto 7,5.
Due piacevoli sorprese sono da considerare Prato e Viareggio che sono in una posizione tranquilla che permette, anzi, di fare un pensierino ai play off. Le due squadre, che puntano soprattutto sui giovani, avrebbero bisogno di un sostegno maggiore da parte del pubblico. Nel Prato,purtroppo,continuano le polemiche tra tifosi e dirigenti; a Viareggio il riavvicinamento sembra comimciato. Voto: 7 per tutte e due le squadre.
La Carrarese ha cominciato con un grosso handicap, con una serie interminabile di sconfitte nella parte iniziale del campionato. Poi sono arrivati nuovi giocatori e si sono notati grossi progressi, tanto che gli apuani hanno messo alle loro spalle squadre come Barletta e Sorrento.La salvezza diretta non sarà facile, ma come garanzia c’è un proprietario che si chiama Gigi Buffon. Voto: 6.
In seconda divisione la squadra rivelazione è il Pontedera, che occupa il secondo posto soltanto perché davanti ha una corazzata come la Salernitana del presidente Lotito. I play off, comunque, restano un traguardo di prestigio: voto 7,5. Gavorrano e Poggibonsi non sono lontanissime e meritano un’ampia sufficienza: 6,5.Il Borgo a Buggiano ha come obiettivo la salvezza diretta e per il momento sembra riuscirci. Voto:6.
Non mancano,purtroppo, le delusioni.In serie A il Siena ha avuto qualche sprazzo felice, tanto da annullare il pesante handicap dovuto alla penalizzazione per il calcioscommesse. Poi è cominciata la crisi e a nulla è servito il cambio dell’allenatore. L’esonero di Cosmi, anzi, ha provocato solo polemiche.Ora  i dirigenti dovranno provvedere al calcio mercato di riparazione, con l’arrivo di diversi giocatori di sicuro rendimento.Voto:5.
Sorprendentemente mediocre, in serie B, il campionato del Grosseto, ultimo in classifica.Le speranze di salvezza diretta sembrano già compromesse. Non resta che aggrapparsi ai gol di Sforzini (uno dei pochi giocatori da ricordare) e all’arrivo di rinforzi.Ma sarà sufficiente? Voto:4.
Raffaello Paloscia

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »