energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Il cane stupido” di Yvan Attal vince il festival del cinema francese Cinema, Foto del giorno

Firenze – Il film Mon chien stupide di Yvan Attal, storia di un molosso e del suo padrone, ha vinto la XI edizione del festival del cinema francese France Odeon. Lo ha deciso la giuria composta da Conchita Airoldi, Roberta Mattei, Massimo Ghini, Serafino Fasulo e il gruppo musicale Bowland. Al vincitore è andata la tradizionale Foglia d’Oro.

Il premio speciale della giuria è andato a Camille di Boris Lojkine. Camille è la storia di una coraggiosa fotografa di guerra, Camille Lepage uccisa nel 2014 a 26 anni nella Repubblica Centrafricana dalle milizie dei musulmani Seleka.

Fra i riconoscimenti speciali, alla regista Manele Labidi è andato il premio Regards Méditerranéens- Sguardi Mediterranei per il film Un divan a Tunis interpretato dall’attrice iraniana Golshifteh Farahani nella parte di una psicanalista parigina di origini tunisine che apre uno studio a Tunisi all’indomani della primavera araba. Il premio è stato consegnato alla Labidi dall’assessore all’Urbanistica del Comune di Livorno Silvia Viviani.

Infine, il premio della Giuria dei giovani composta da studenti del liceo linguistico Machiavelli è stato attribuito al film Les Miserables di Ladj Ly che racconta la realtà conflittuale delle periferie di Parigi. “Non ci sono né erbe cattive né uomini cattivi, ci sono solo cattivi coltivatori”, è la frase di Victor Hugo che conclude la magnifica pellicola.

Foto: la giuria dell’XI edizione di France Odeon

Print Friendly, PDF & Email

Translate »