energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il canottaggio toscano rema spedito su Londra e sul futuro Sport

Un appuntamento importante non soltanto perché il 2012 è l’anno dei Giochi Olimpici di Londra, ma anche perché come ogni prima gara Nazionale che si rispetti, arrivano indicazioni sia per quanto riguarda il primo impegno in maglia azzurra, il Memorial d’Aloja (che si svolge sempre a Piediluco e apre storicamente il circo delle gare internazionali), che per le imbarcazioni che nel prosieguo della stagione potrebbero essere protagoniste ai vari Campionati Italiani. Il canottaggio toscano a Piediluco ha fatto la sua parte. Sono arrivate le conferme che erano attese da parte di quei cinque che al momento hanno un carrello riservato su una barca olimpica già qualificata per Londra. E’ il caso di Lorenzo Carboncini da Limite sull’Arno (primo da destra nella foto Cecchin), appartenente alle Fiamme Oro, che ha vinto in scioltezza il due senza Senior con il compagno Niccolò Mornati, lasciandosi alle spalle l’equipaggio delle Fiamme Gialle con a bordo il livornese Luca Agamennoni, il quale a sua volta si è preso la rivincita sull’otto dove remava lo stesso Carboncini. E’ il caso anche di Francesco Fossi da Firenze e Matteo Stefanini da San Miniato, colleghi nel gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, argento nel doppio Senior alle spalle dei colleghi Battisti e Sartori, ma poi oro sulla barca olimpica dove stanno lavorando in queste settimane, il quattro di coppia, stravinto in equipaggio societario con Paonessa (anch’egli momentaneamente sul quadruplo per Londra) e Raineri. Restando al doppio Senior, è terzo l’equipaggio Pesi Leggeri olimpico di Lorenzo Bertini, pontederese anch’egli delle Fiamme Oro, che con Elia Luini chiude a soli tre secondi e mezzo dall’oro ed a meno di due dall’argento di Fossi e Stefanini. Successi di rilievo in chiave azzurra arrivano anche dalle categorie Under 23 e Junior, con tante barche miste piene di toscani che trionfano a destra e a manca, come il quattro senza Junior maschile e femminile, il quattro senza Under 23, il quattro con Under 23, il due con Under 23, il quattro senza PL Under 23, l’otto Under 23. Ma è la categoria Ragazzi, riservata ai nati nel 1996 e 1997, a lasciare a bocca aperta per la straordinaria serie di successi inanellati uno dietro l’altro. Sugli scudi la provincia fiorentina, con la Canottieri Firenze che batte la Canottieri Limite in ben tre gare, regalando al Granducato tre accoppiate oro/argento: due senza, otto e quattro senza. Per lo storico club biancorosso arriva anche un quarto oro, quello del quattro con, mentre alla grande si comporta anche la Canottieri Viareggio, che domina letteralmente il singolo femminile con la sua portacolori e si prende anche l’argento nella gara del doppio. L’impronta nel canottaggio della Toscana c’è dunque, dai big che remano verso Londra alle nuove leve che remano verso il futuro.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »