energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Cardinale Betori inizia oggi Visita Pastorale Cronaca

Dopo più di un anno dall’annuncio, e dopo essere spostata di mese in mese a causa di problemi organizzativi – in realtà doveva partire nella primavera 2012 poi a novembre – oggi, finalmente, 13 gennaio con i vespri solenni nella chiesa di San Francesco a Castelfiorentino l’Arcivescovo di Firenze, Cardinale Giuseppe Betori, apre la sua prima Visita Pastorale, partendo dal Vicariato della Valdelsa Fiorentina. Una visita che ogni volta comprenderà tutte le chiese di un determinato Vicariato, coinvolgendo, soprattutto nelle cerimonie di apertura e chiusura tutto il territorio, e che durerà diversi anni. Visita che speriamo possa giungere a termine. L'ultima Visita Pastorale portata a termine secondo i canoni tradizionali è stata quella del Cardinale Ermenegildo Florit, negli anni 70. Poi i Cardinali Giovanni Benelli e Ennio Antonelli hanno iniziato la loro visita, ma non l'hanno potuta concludere, il primo a causa della sua improvvisa morte, il secondo perchè chiamato in Vaticano dal Papa. Discorso a parte per il Cardinale Silvano Piovanelli, che ci ha messo oltre 15 anni per visitare le oltre 300 parrocchie della diocesi, facendo quindi un unica Visita invece di almeno 2-3 come poteva fare secondo i canoni tradizionali.

Durante il periodo della Visita Pastorale nei vari Vicariati – secondo il programma che la Curia diffonderà di volta in volta – non cercate il Cardinale in quanto non lo troverete nel suo studio in Piazza San Giovanni, ma solo nelle parrochie interessate dalla Visita. Attenzione, questo non vuol dire che verrà meno il suo impegno quotidiano, anzi, sarà, in questo periodo, sottoposto ad un maggior impegno e sforzo pastorale in più, in quanto, rientrando a casa, dovrà sbrigare le pratiche e la corrispondenza arrivata, oltre a garantire la presenza alle celebrazioni in cattedrale, alle riunioni ed incontri della Cet, Cei, dei vari dicasteri Vaticani di cui fa parte,e agli appuntamenti civili soliti di ogni anno.

Un tempo, fino alle prime visite pastorali del Cardinale Floriti, gli Arcivescovi, durante le Visite Pastorali soggiornavano poi nelle varie parrocchie a causa della difficoltà degli spostamenti, mentre oggi, al massimo in due ore l'Arcivescovo può far rientro nel suo palazzo di Piazza San Giovanni a Firenze.

“Una grazia –  sottolinea don Marco Viola, proposto della parrocchia di Santa Verdiana a Castelfiorentino – non un passaggio veloce, celebrativo, un’occasione limitata alla comunità, ma un’opportunità di grazia per tanti che possono trovare nell’incontro col Vescovo un supplemento di speranza”. L’Arcivescovo incontrerà in momenti diversi, e in ogni parrocchia del Vicariato, gli anziani, i malati, i bambini e i ragazzi del catechismo, tutti i parrocchiani e, dove lo vorranno, anche le varie realtà sociali del territorio, dal consiglio comunale, alle scuole, ai circoli culturali. Oltre ad una programmazione di incontri, c’è anche una preparazione spirituale delle comunità a questo evento.

Cosi come un apposito Comitato, presieduto dal Vescovo Ausiliare, Claudio Maniago, ha il compito di vigilare sulla preparazione e attuazione della visita pastorale. Un parroco ha sottolineato come “Bisogna senza dubbio guardare non all’aspetto burocratico della visita del Vescovo – prevista ogni cinque anni dal Codice di Diritto Canonico ndr – ma a quello più profondo che interroga ciascuno di noi”, mentre un altro spera “che tanti possano incontrare il Vescovo, non solo i parrocchiani. So che è atteso da molte categorie di persone”.

Questo il programma della prima tappa della Visita Pastorale: Dal 14 al 20 gennaio nella parrocchia di San Tommaso a Certaldo. Dal 21 al 27 gennaio nella parrocchia di San Donato e San Lazzaro a Lucardo. Dal 28 gennaio al 3 Febbraio nella Parrocchia di Sant’Andrea a Vico d’Elsa e Sciano. Dal 4 al 10 febbraio nella parrocchia di Santa Maria Assunta e Santa Lucia a Petrazzi. Dal 11 al 17 febbraio nella parrocchia di Sacro Cuore a Fontanella e Maria SS. Madre di Dio a Cambiano e Sala. Dal 18 al 24 febbraio nella parrocchia di Santa Verdiana a Castelfiorentino. Dal 25 febbraio al 3 marzo nella Parrocchia di Cuore Immacolato di Maria SS. a Ortimino. Sabato 9 marzo Solenne Concelebrazione Eucaristica di chiusura alle ore 18 nella chiesa di San Tommaso a Certaldo.

A fine novembre, dopo aver sentito il presbiterio dei vari vicariati in cui è suddivisa la diocesi, e alla luce dell’inizio della Visita Pastorale, il Cardiale aveva provveduto alle nomine dei nuovi Vicari Foranei. I Vicari Foranei sono i sacerdoti preposti ai vari vicariati. il Codice di Diritto Canonico assegna loro il compito di “promuovere e coordinare l’attività pastorale comune nell’ambito del Vicariato”. Un compito che, secondo le norme attuate dalla diocesi fiorentina, deve svolgersi tenendo conto delle linee prioritarie di pastorale diocesana, valorizzando il ruolo dei consigli pastorali vicariali e incoraggiando la formazione degli operatori pastorali.

Il Diritto Canonico assegna ai vicari anche un ruolo di vicinanza e di cura nei confronti degli altri sacerdoti del vicariato, della loro condotta di vita, della loro formazione teologica e spirituale. I vicari sono anche chiamati a “provvedere che le funzioni sacre siano celebrate secondo le disposizioni della sacra liturgia, che si curi il decoro e la pulizia delle chiese e della suppellettile sacra, soprattutto nella celebrazione eucaristica e nella custodia del Santissimo Sacramento, che i libri parrocchiali vengano redatti accuratamente e custoditi nel debito modo, che i beni ecclesiastici siano amministrati diligentemente; infine che la casa parrocchiale sia conservata con la debita cura”, cose tutte che l’Arcivescovo, e i suoi Vicari Episcopali, durante la Visita Pastorale dovranno verificare e documentare, apponendo vari sigilli a documenti e verbali.

Questo l’elenco dei nuovi Vicari foranei, che resteranno in carica 5 anni.

Vicariato San Giovanni: padre Mario Scalici.

Vicariato Porta Romana: don Giancarlo Lanforti.

Vicariato Porta al Prato: don Gianluca Bitossi.

Vicariato Porta alla Croce: don Aldo Menichetti.

Vicariato Porta San Frediano: don Andrea Coppini.

Vicariato Rifredi: don Marco Nesti.

Vicariato Campi Bisenzio: don Andrea Pucci.

Vicariato Sesto-Calenzano: don Giacomo Ubbiali.

Vicariato Scandicci: don Massimo Cardoni.

Vicariato Le Signe: don Stefano Cherici.

Vicariato Antella-Ripoli-Impruneta: don Giulio Cirri.

Vicariato Pontassieve: don Jozef Budzinsky.

Vicariato San Casciano-Montespertoli-Tavarnelle: don Luciano Marchetti.

Vicariato Valdelsa: don Pierfrancesco Amati.

Vicariato Empoli-Montelupo: don Guido Engels.

Vicariato Mugello Est: don Giuliano Landini.

Vicariato Mugello Ovest: don Antonio Cigna.

Vicariato Firenzuola: don Giorgio Badiali.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »