energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Il cardinale Betori messaggero di pace in Palazzo Vecchio Cronaca

Questa mattina poco dopo mezzogiorno, alla presenza di parte della Giunta edel Consiglio Comunale, guidato dal Presidente Giani, e di tutti e cinque i Presidenti dei quartieri, nella sala di Lorenzo in Palazzo Vecchio a Firenze, il Sindaco Matteo Renzi ha ricevuto il neo Cardinale ed Arcivescovo di Firenze, accompagnato dal vescovo ausiliare Claudio Maniago, e dal responsabile della pastorale per il lavoro don Giovanni Momigli. Un incontro annuale, che si ripete dal 1984, durante il quale l’Arcivescovo di Firenze – il primo è stato Piovanelli – consegna al Sindaco, e a tutta l’amministrazione politica, l’annuale messaggio del Papa per la Giornata Mondiale della Pace, che la Chiesa celebra da 45 anni il 1 gennaio. “Vi ringrazio per l’accoglienza che anche quest’anno riservate al Messaggio che Benedetto XVI ha inviato per la 45a Giornata Mondiale della Pace, dedicata al tema: Educare i giovani alla giustizia e alla pace. La Giornata nasce dalla consapevolezza del bisogno che uomini e popoli hanno di ribadire le ragioni e le forme della pace. È un Messaggio che cade quest’anno in un contesto sociale segnato in molti paesi da una crisi economica che sta minando le fondamenta della convivenza civile e i rapporti tra gli Stati. Il Papa ne è ben consapevole e le sue prime parole sono un invito alla fiducia e alla speranza: «Vi invito a guardare il 2012 con questo atteggiamento fiducioso». Sono parole che riguardano in modo specifico anche quanti hanno ruoli di responsabilità nella promozione della vita della società umana, e quindi gli amministratori di una città”. In particolare Betori ha tenuto a sottolineare queste parole “rivolte dal Papa alle istituzioni che nella società hanno compiti educativi: «Vorrei rivolgermi anche ai responsabili delle istituzioni che hanno compiti educativi: veglino con grande senso di responsabilità affinché la dignità di ogni persona sia rispettata e valorizzata in ogni circostanza. Abbiano cura che ogni giovane possa scoprire la propria vocazione, accompagnandolo nel far fruttificare i doni che il Signore gli ha accordato. Assicurino alle famiglie che i loro figli possano avere un cammino formativo non in contrasto con la loro coscienza e i loro principi religiosi. Ogni ambiente educativo possa essere luogo di apertura al trascendente e agli altri;luogo di dialogo, di coesione e di ascolto, in cui il giovane si sentava lorizzato nelle proprie potenzialità e ricchezze interiori, e impari ad apprezzare i fratelli». Non si tratta di un discorso astratto, ma di un obiettivo che coinvolge ciascuno”, ha concluso il neo porporato. Da parte sua il Sindaco Renzi, che voluto citare anche parole del Presidente Americano Obama, ha ribadito che fermo restando il valore della laicità, questo è uno degli appuntamenti istituzionali più importanti”. Alla fine foto di gruppo del Cardinale con il Sindaco e tutti i capogruppo presenti. Tutti hanno ricevuto il messaggio del Papa nella sua pubblicazione più pregata curata dalla Tipografia Vaticana, quest’anno anche, violando palesamente il rigido protocollo vaticano,con lo stemma dell’Arcivescovo e del Comune, in bella vista. 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »