energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Cardinale Betori pronto a denunciare per le intercettazioni Notizie dalla toscana

Con una nota ufficiale diramata da Enrico Viviano, Portavoce e Addetto Stampa dell'Arcivescovo Giuseppe Betori, la curia informa che "in merito alla reiterata pubblicazione di atti giudiziari riguardanti l'attività di indagine svolta dalla Procura della Repubblica di Firenze sull'agguato che ha visto come vittime Don Paolo Brogi e il Cardinale Giuseppe Betori, si comunica che l'Arcidiocesi di Firenze ha dato mandato ai propri legali di verificare l’esistenza dei presupposti per iniziative in sede  penale e civile nei confronti di tutti coloro che hanno pubblicato – leggasi  Panorama, La Nazione ed altri ndr –  o pubblicheranno atti e/o documenti,  in particolare stralci di private conversazioni telefoniche, al di fuori dei limiti consentiti  dalla Legge che niente hanno a che fare con il fatto criminoso accaduto e gravemente lesivi sia della privacy delle persone coinvolte sia della loro immagine".

"L'azione – conclude la nota ufficiale – si rende necessaria anche a tutela della figura del Santo Padre e per vedere preservata la libertà di ministero riconosciuta alla Chiesa dalla Legge".

"Uomo avvertito, mezzo salvato", recita un antico proverbio, chissà però in quanti lo metteranno in pratica.

Sicuramente prendere estratti di frasi, dette poi in un determinato contesto, e quindi estraniarle del tutto da quel contesto,non possono altro che creare ulteriore confusione.

Un occasione d'oro per chi vuole minare l'autorità del Cardinale Betori in primis, poi del Papa, estraneo del tutto alla vicenda, e in fine, ma non ultimo, minare l'onorabilità della Chiesa fiorentina  nella Società.

Un "gioco" sporco, da qui la dura presa di posizione dell'Arcidiocesi.

Chi ha orecchi, intenda, sembra dire qualcuno….

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »