energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

79° Maggio: commozione ed entusiasmo al concerto di Mehta Spettacoli

Firenze – E’ stato inaugurato oggi, con il concerto diretto da Zubin Mehta per festeggiare i suoi 80 anni, il 79° Maggio Musicale Fiorentino.

Un pubblico entusiasta e commosso si è alzato in piedi a conclusione dell’esecuzione della Nona di Beethoven in programma insieme al concerto n.5 per pianoforte e orchestra “Imperatore” dello stesso compositore tedesco, con  il pianista Andras Schiff. Fiori per il maestro mentre il coro ha intonato happy birthday to you e ha applaudito il maestro con tutta l’orchestra che gli ha mostrato tutto l’affetto e la stima per quanto ha fatto per la musica e per Firenze. Sulla facciata del Teatro dell’Opera è apparsa la scritta “Buon c0mpleanno Maestro”, mentre il programma di sala è stata quasi interamente dedicato ai messaggi di augurio di tutto il personale del Maggio Fiorentino e di grandi personaggi del mondo dello spettacolo.

mehta schiff

Alla giornata inaugurale del 79° Maggio fiorentino hanno partecipato numerose personalità del mondo della cultura, della moda, dello spettacolo e della politica, insieme al Sindaco di Firenze Dario Nardella e al presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani e al sottosegretario al ministero della Giustizia Gennaro Migliore. Fra gli altri c’era Nicola Piovani il compositore vincitore del premio oscar per la colonna sonora del film la Vita è Bella di Roberto Benigni.

“Vogliamo realizzare il sogno del maestro Zubin Mehta: portare l’orchestra e il coro del Maggio Musicale Fiorentino a Lampedusa. E’ un’idea bellissima: ci attiveremo subito per dare corpo al desiderio del maestro Mehta”. Lo ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella, presidente della Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino. Il maestro Zubin Mehta, in occasione della festa per i suoi 80 anni a Palazzo Vecchio, ha espresso il desiderio di dirigere a Lampedusa e a Palmira. 

Le opere in cartellone sono “Iolanta” di Pëtr Il’ic Majakovskij nell’allestimento del Metropolitan Opera House di New York, la prima rappresentazione mondiale de “Lo specchio magico” di Fabio Vacchi e “Albert Herring” di Benjamin Britten in un nuovo allestimento. Numerosi i concerti che vedranno alternarsi sul podio direttori e orchestre ospiti come Daniele Gatti e i Wiener Philharmoniker, Myung Whun Chung e la Filarmonica della Scala, Yannick Nézet-Séguin e i Berliner Philharmoniker, Jurij Chatuevi? Temirkanov e l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo.

nella foto: Nicola Piovani

Print Friendly, PDF & Email

Translate »