energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Consiglio regionale tenta di stralciare la normativa nazionale sulle unioni di Comuni Notizie dalla toscana

La commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale toscano, presieduta da Marco Manneschi (Idv), ha deciso all’unanimità di presentare una proposta di legge sulle autonomie locali nella seduta d’aula di domani, martedì 8 novembre. La normativa nazionale fissa in 10.000 abitanti il limite per le unioni ordinarie di Comuni ed in 5.000 abitanti quello per le unioni di piccoli Comuni, ma consente alle Regioni di stabilire limiti diversi, purché questo venga fatto entro il 16 novembre 2011. Nell’ambito del lavoro della commissione alla riforma complessiva delle autonomie locali, verrà proposto lo stralcio della normativa nazionale a vantaggio di una diversa fissazione dei limiti per le associazioni di Comuni da parte della Regione. Tenuto conto delle specificità toscane, si tenterà di abbassare le soglie di abitanti per la costituzione delle unioni di Comuni. Le associazioni ordinarie di enti locali richiederanno, se la proposta di legge verrà approvata dal Consiglio regionale, 5.000 abitanti, mentre per quelle di Comuni più piccoli ne serviranno almeno 1.000. Il limite dei 1.000 abitanti, si legge nella proposta di legge, potrà essere scavalcato soltanto se l’unione di nuova costituzione non avrà continuità territoriale con altri Comuni di popolazione superiore ai 1.000 abitanti.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »