energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Il denaro scarseggia, il suo costo aumenta, e nessun si muove My Stamp

Sempre più alti i tassi d'interesse bancari, mentre frenano i prestiti a cittadini e imprese. Sono i dati mensili presentati dalla Banca d'Italia che fanno emergere una situazione in progressivo "avvitamento". A gennaio 2011 i tassi d'interesse sui prestiti fino a un milione di euro alle imprese erano il 3,26%; a dicembre sfiorano il 5% (4,98%). Non va meglio ai  privati cittadini, che nello stesso periodo, vedono passare i tassi del mutuo dal 3,26% al 4,26%. Chiaro che, in questa situazione, i prestiti subiscano una consistente battuta d'arresto. A dicembre 2011 quelli alle famiglie crescono del 3,4%, contro un incremento del 4,9% di dicembre 2010. Sempre lo scorso anno, i prestiti alle imprese passano da +4,3% di gennaio al +2,6% di dicembre.

Ci spiega il governo Monti come può ripartire lo sviluppo così? E perchè nessuno si preoccupa di far ricircolare il denaro in Italia?

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »