energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Dittatore – Sacha Baron Cohen contro la democrazia Cinema

Il generale ammiraglio Aladeen opprime amorevolmente da diversi anni lo stato africano di Wadiya. Ricchissimo e potentissimo, il dittatore non si ferma di fronte a nulla e vuole avere anche lui la sua testata nucleare. Ma per evitare le sanzioni dell'Onu si trova costretto a viaggiare verso New York per rassicurare gli stati del mondo che Wadiya non sarà una minaccia per il mondo. Ma il suo secondo in comando non è d'accordo e decide di uccidere il Dittatore per rimpiazzarlo con una controfigura facilmente controllabile. Sfuggito all'omicidio Aladeen si ritroverà solo e sperduto nella città più grande del mondo e dovrà riuscire a riprendere il suo ruolo di Dittatore per evitare che Wadiya diventi uno stato libero e democratico.

Ritorna al cinema l'eccezionale attore comico Sacha Baron Cohen, attore camaleontico che aggiunge il generale ammiraglio Aladeen. alla sua galleria di personaggi iconici tra cui anche il rapper Ali G o il modello omosessuale Brüno. E insieme a lui ritorna anche il regista Larry Charles, autore di alcune delle precedenti pellicole dell'attore inglese come “Borat” e “Brüno”.
La pellicola è liberamente ispirato al romanzo best seller “Zabibah and The King” scritta dal dittatore iracheno, Saddam Hussein. Il romanzo come la pellicola si presenta come una sorta di moderna favola de “Il Principe e il Povero” in cui il dittatore finisce a vivere in mezzo alla gente comune per poi ritornare al suo ruolo migliorato della sue esperienze.

Il problema con “Il Dittatore” è il seguente: durante la campagna pubblicitaria per la promozione delle sue pellicole Sacha Baron Cohen si presenta sempre nei panni del suo personaggio. Purtroppo accade spesso che queste apparizioni siano molto più divertenti del film stesso, presentando alcune battute molto più divertenti di quelle che si sentono nella pellicola. Molti si ricorderanno della sua irruzione ai premi Oscar di quest'anno con un'urna contenente le ceneri del dittatore nordcoreano Kim Jong-il cui il film è ironicamente dedicato. Anche qui è successo l'inevitabile e queste apparizioni promozionali sono state molto più divertenti dell'intera pellicola. Infatti la durata, per quanto breve, è un grande problema per un film comico che, se non è capace di re-inventarsi continuamente per tutta la sua durata, finisce per annoiare e riproporre sempre le stesse battute, scadendo spesso nel volgare e nello scurrile, come accade immancabilmente anche ne “Il Dittatore”.
Tra i punti forti della pellicola però troviamo il divertente sotto-testo politico, che scaglia alcune frecciatine alquanto caustiche agli Stati Uniti e all'organizzazione delle Nazioni Unite, e l'eccezionale interpretazione di Sacha Baron Cohen nel doppio ruolo del Dittatore e della sua controfigura come pure dell'attore inglese Ben Kinglsey, che si presta divertito al ruolo di invidioso braccio destro del leader di Wadiya. Infine è assolutamente da citare il divertente uso delle musiche che inserisce numerosi successi come Everybody Hurt dei R.E.M. o Let's Get it On di Marvin Gaye, cantati però in lingua araba.

Il Dittatore è una pellicola che farà sicuramente divertire una buona fetta pubblico con numerose battute davvero scorrette e un umorismo a volte un po' troppo volgare, ma scontenterà una altrettanto larga fetta di pubblico per le stesse ragioni. Il personaggio di Aladeen si aggiunge alla galleria di personaggi di Sacha Baron Cohen diventando in un colpo solo il migliore in assoluto grazie alla sua ingenua comicità. Se siete fan dell'attore o dei film comici andate a vederlo di corsa, ma se non sapete chi sia Sacha Baron Cohen o non avete mai sopportato film come “Vacanze di Natale” state alla larga e aspettate una replica televisiva.

Regia: Larry Charles
Sceneggiatura: Sacha Baron Cohen, Alec Berg, David Mandel, Jeff Schaffer
Genere: Comico
Nazione: USA
Durata: 83'
Interpreti:  Sacha Baron Cohen, Anna Faris, Ben Kingsley, Jason Mantzoukasm Megan Fox, John C. Reilly
Fotografia: Lawrence Star
Montaggio: Greg Hayden, Eric Kissack
Produttore:  Sacha Baron Cohen, Alec Berg, Anthony Hines, David Mandel,Scott Rudin, Jeff Schaffer, Todd Schulman

Print Friendly, PDF & Email

Translate »