energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Fai apre la residenza estiva di Galileo Chini Notizie dalla toscana

Camaiore – La Residenza d’epoca “I pini” sarà aperta al pubblico a cura del Gruppo FAI Versilia, per scoprire la residenza estiva del Maestro del liberty Galileo Chini, domenica 15 ottobre 2017, nell’ambito della Giornata FAI d’Autunno.

Dalle ore 10.00 alle ore 19.00 sarà possibile visitare la struttura, che oggi ospita un hotel, accompagnati dai ragazzi dell’ISI Carlo Piaggia di Viareggio, del Liceo Scientifico Matteucci Viareggio e dell’Istituto Magistrale statale Galileo Chini di Lido di Camaiore. La residenza si trova in via Roma Capitale, circa duecento metri dopo l’intersezione con via del Fortino, sul lato destro della strada. A dare il benvenuto agli ospiti sarà presente anche la nipote del grande artista, Paola Polidori Chini. Il Comune di Camaiore ha concesso il patrocinio all’iniziativa. Per informazioni è possibile telefonare  al numero 0584 66103.

Nel 1907 Galileo Chini acquistò una pineta alla Fossa dell’Abate, l’odierna Lido di Camaiore, seguendo il consiglio dell’amico pittore Plinio Nomellini. Nel 1914, di ritorno dal suo viaggio nel Siam, Chini decise di costruire su quella pineta la sua residenza estiva che chiamò, “La Casa delle Vacanze”. La Casa delle Vacanze è una villa semplice ed elegante, di schiette linee secessioniste viennesi, decorata da Chini stesso in puro stile Liberty. Rappresentata molte volte nei suoi quadri, la Casa divenne il suo rifugio, dove poter vivere e lavorare per lunghi periodi in un ambiente studiato su misura per rispondere ai suoi bisogni. Tra i personaggi illustri che frequentavano la villa troviamo Eleonora Duse, Plinio Nomellini, Isadora Duncan e Giacomo Puccini, per il quale disegnò le scenografie della Turandot, proprio durante i suoi incontri con il Maestro nella villa.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »