energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Farnace di Vivaldi in prima esecuzione mondiale Spettacoli

Come spesso è accaduto  alle opere del Prete Rosso, anche questa ha avuto un destino  travagliato. Rimaneggiata ben 8 volte  è arrivata fino a noi in maniera completa solo la prima versione, quella del 1727. Ma quella che Federico Sardelli porterà sul palco del Comunale, è l’ultima delle numerose revisioni, terminata nel 1738, affinché fosse rappresentata a Ferrara in occasione del carnevale del 1739 e  poi cancellata dalla programmazione. Nel 1741 Vivaldi morì, senza aver messo in scena il titolo, né fu mai più ripresentato in epoca moderna. Il Farnace, in quest’edizione, vede quindi oggi  la sua prima rappresentazione nell’ambito del Festival del Maggio Musicale Fiorentino 2013.  Questa versione del 1738 si dimostrò ben lontana dalla prima del 1727 sia per stile musicale – influenzato dalla scuola napoletana –  che nel libretto di Antonio Maria Lucchini. Di questa edizione non è pervenuto il III atto, e dunque vengono proposti nell’allestimento fiorentino -fedelmente a quanto sopravvissuto nel manoscritto a noi pervenuto, e conservato oggi alla Nazionale Torino- i primi due atti, che terminano con un duetto d’amore fra due personaggi minori, Selinda e Aquilio. Al posto del III atto, a riportare lo spettatore nell’atmosfera cupa e torva della trama, Federico Maria Sardelli e Marco Gandini hanno deciso di riproporre l’aria di Farnace ‘Gelido in ogni vena’. La regia è affidata a Marco Gandini che  la colloca in una dimensione priva di connotazioni temporali o geografiche, così da marcate le caratterizzazioni psicologiche dei personaggi, in un’azione, ricca di cambi scena, che verrà ancora più accentuata con l’aiuto di luci e proiezioni. Scene di Italo Grassi, costumi Italo Grassi e Simona Morresi, luci Valerio Tiberi, video Virginio Levrio, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Nuova produzione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

 


Le vicende sono a metà fra la storia ed il mito, e fra le fonti antiche che le riportano ricordiamo Velleio Patercolo, Historiae Romanae ad M. Vinicium libri duo; Floro, Compendio di Tito Livio, I; Appiano di Alessandria, Guerre mitridatiche.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »