energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

MEDIARC, mostre e dibattiti sul futuro sostenibile del Mediterraneo Cultura

L’undicesima edizione di MEDIARC indaga la Mediterraneità con lo strumento mediatico più contemporaneo e cioè quello dell’immagine fissa e dinamica.  Mostre fotografiche e video inediti descrivono l’ambiente naturale ed antropizzato del Mediterraneo, grazie anche alla collaborazione con  “Abitare Mediterraneo”, uno dei più importanti programmi europei, sviluppato dall’Università di Firenze e finanziato dalla Regione Toscana. L’obiettivo è la fondazione di  un “Centro di competenza tecnologica” che agisca da riferimento per la ricerca,  l’innovazione e l’adozione di buone pratiche per la sostenibilità ambientale ed energetica nei climi del Mediterraneo. Il Responsabile scientifico è il Professor Marco Sala che svolge la sua attività all’interno del Taed – Dipartimento di tecnologia, architettura e design – che ha sollecitato prestigiose collaborazioni con alcune Associazioni Culturali fiorentine, tra cui: l'Istituto Francese che ha messo a disposizione la sua vasta videoteca d'architettura, il Festival dei Popoli e la Fondazione Tarkosky,  la cui sede, grazie ad una donazione del Comune, è proprio all’interno del complesso universitario del Taed.   Sempre nel quartiere di San Niccolò, si trova anche la bottega-laboratorio dell'artista bretone Clet, che attraverso le sue opere e rivisitazioni creative di cartelli stradali propone una visione nuova dell'arredo per la città. Clet parteciperà quindi alla manifestazione  con un video sul suo lavoro e sul significato dello spazio urbano pubblico, che riveste grande importanza nella cultura mediterranea.
Alberto Di Cintio, Direttore Artistico di MEDIARC, ha voluto enfatizzare la sinergia tra ‘architettura-film e mediterraneo’ con un simbolico filmato, proprio  dal titolo “Abitare nel Mediterraneo”, che illustra una sorta di viaggio tra Spagna, Grecia e Italia alla ricerca di progetti sostenibili a grande scala come musei, scuole e ospedali. Ed infine, una selezione di filmati che tracciano percorsi tematici su “Luoghi”, “Azioni” e “Viaggi” che esplorano i suggestivi paesaggi di Libia, Tunisia e Marocco.
Se le giornate del 24 e 25 saranno dedicate alle proiezioni, il 26 si svolgerà una tavola rotonda con interventi che esplorano le più nascoste sfaccettature del vivere mediterraneo, tra cui quelli di: Pica Ciamarra, Alessandro Rogora,  Dora Francese e, dall’Ateneo fiorentino, Saverio Mecca, Roberto Bologna, Maria Chiara Torricelli, Massimo Ruffilli, Fabio Capanni.  Non mancano le performance teatrali e la premiazione alla migliore tesi di laurea multimediale. Un programma denso di appuntamenti condito da conviviali ‘apericene’. Buon divertimento e buona visione a tutti!

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »