energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il film action con Cruise slitta per la strage in Connecticut Cinema

La star di “Mission Impossible”, ormai 50enne, non convince tutti: molti critici e non solo pensano che forse si chiede troppo alle capacità interpretative di Tom Cruise per mettere in scena “Jack Reacher”, l'atletico, silenzioso e ironico protagonista di questo film full-action, che sarà nelle sale dal 3 gennaio distribuito dalla Universal. La Paramount ha deciso di far slittare l'uscita della pellicola, inizialmente prevista prima delle festività natalizie, dopo la tragedia della scuola di Newton in Connecticut, dove sono stati assassinati 20 bambini da un pazzoide armato fino ai denti.

Il nocciolo del film è infatti una strage, apparentemente senza motivo, da parte di un cecchino folle che nasconde un segreto. Tratto dal bestseller dell'autore britannico Lee Child, il film, scritto e diretto da Christopher McQuarrie, parte subito durissimo, e cioè con un cecchino senza volto che si apposta in un parcheggio di fronte allo stadio di baseball di Pittsburgh e, metodicamente, inizia sparare su cinque bersagli scelti apparentemente a caso. É una vera e propria strage, e tutti gli indizi sembrano inchiodare James Barr, un ex militare in Iraq e tiratore scelto, con un passato non proprio limpido.

Il militare viene arrestato, nonostante non ci siano prove schiaccianti contro di lui, ma subito entra in scena Tom Cruise, il nostro “super eroe” nei panni di Jack Reacher. Un personaggio, naturalmente, tutto di un pezzo e anche scientificamente attrezzato, ricco di medaglie e campagne di guerra. E così, il film parte in quarta, tra braccia rotte, pestaggi a sangue e inseguimenti d'auto fino all'ultimo respiro sulla strade di Pittsburg. Reacher non è convinto della colpevolezza dell'uomo e decide pertanto di indagare con l'aiuto dell'avvocato Helen Rodin e, inoltre, deve mantenere una promessa fatta quattordici anni prima.

Tratto dalla serie cult di romanzi di Lee Child, il film si prende la grossa responsabilità di portare sullo schermo un personaggio amato da troppi fans per mettere d'accordo tutti quanti sulla discussa scelta di Cruise. Nel cast vi sono attori del calibro di Robert Duvall, nei panni del proprietario di un poligono, David Oyelowo, “The Help”, “L'alba del pianeta delle scimmie”, Richard Jenkins, “La regola del silenzio”, e soprattutto, nell'inedito ruolo del supercattivo, il grande regista Werner Herzog, “Il cattivo tenente”, “Aguirre furore di Dio”, uno che in prigionia in Siberia si è strappato le dita congelate con i denti pur di sopravvivere.

Ma a parte le polemiche per la scelta di Tom Cruise in un ruolo che, molto probabilmente, era più giusto affidare ad altri attori “duri” di Hollywood, l'attesa per il film è tanta. Appuntamento quindi al prossimo 3 gennaio.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »