energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il fiorentino Lorenzo Guasti “campione digitale” a Cagliari Innovazione

Firenze – E’ fiorentino, ricercatore di Indire (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) il vincitore della seconda tappa del concorso nazionale Digital Championship che aveva sede a Cagliari: si chiama Lorenzo Guasti e alla giuria ha presentato il progetto “Costruire giocattoli con la stampante 3D nelle scuole dell’infanzia”, di cui è referente per l’Istituto. Il ricercatore fiorentino si è aggiudicato così la seconda tappa del Digital Championship, il “tour dell’innovazione”, promosso dall’Associazione Digital Champions in partnership con Telecom Italia.

Il digital champion Lorenzo Guasti ha illustrato alla giuria moderata da Riccardo Luna ,  l’impatto dell’introduzione delle stampanti 3D all’interno della scuola dell’infanzia. Ogni “talento digitale” ha avuto meno di dieci minuti per esporre la propria idea, che è stata poi commentata e votata sulla base dei criteri di potenzialità, finalità e replicabilità del progetto. L’idea di introdurre informatica e stampanti 3D fin dall’asilo si sta rivelando un esperimento di successo, commenta Guasti , ricordando che si tratta di “una scommessa che l’Indire ha fatto  in 7 scuole italiane”. Il pòoegetto di ricerca che si è aggiudicato la seconda tappa studia l’impatto dell’introduzione delle stampanti 3D e delle LIM nell’ultimo anno della scuola dell’infanzia.

La ricerca è dunque stata avviata dall’Indire fornendo a sette istituti sparsi sul territorio nazionale una stampante 3D e osservando costantemente i processi attraverso cui i bambini di 5 anni si avvicinano ai concetti di progettazione e modellazione di oggetti tridimensionali. “Quello che stiamo imparando – ha detto ancora Guasti – è che la tecnologia deve necessariamente essere accompagnata da un solido progetto educativo e che l’entusiasmo degli insegnanti è fondamentale. La scuola italiana è ricca di docenti bravissimi, bisogna solo dare loro gli strumenti giusti e motivarli”.

Il Digital Championship, nato con lo scopo di individuare, attraverso una serie di contest a carattere interregionale, i migliori progetti sul territorio, nell’ambito della cultura digitale e dell’innovazione sociale è composta da una giuria che ha selezionato cinque progetti fra Sardegna, Lazio e Toscana. E grazie a Guasti il progetto didattico dell’Indire “Costruire giocattoli con la stampante 3 D” proseguirà il suo percorso verso la finalissima di Roma.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »