energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il futuro dell’Europa: a Siena il Festival Europeo dei Millennials STAMP - Università

Siena – Si concludono oggi i lavori dell’European Millennials Lab, il laboratorio per l’Europa del futuro, che ha portato all’Università di Siena 37 giovani europei e non a confrontarsi e lavorare intorno a idee per ridare nuova energia all’Unione. Il giornalista e scrittore inglese Bill Emmott, intervistato dal collega Frediano Finucci (La7), è intervenuto oggi per raccontare il suo punto di vista sulle questioni emergenti nel dibattito europeo.
Il percorso appena iniziato in questi giorni continuerà con altri eventi e laboratori nei prossimi mesi, mirando ad aggregare un network di giovani disponibili a lavorare in prima persona per il proprio futuro e quello della collettività. La città di Siena, che è stata per una settimana capitale ideale dei Millennials d’Europa, continuerà ad offrire la sua tradizione di cultura e di arte, un luogo di incontro concreto e lo sfondo per progettare il futuro.
E una data per un nuovo, grande evento internazionale dedicato ai giovani c’è già: dal 30 settembre al 2 ottobre l’Università di Siena promuoverà il primo Festival Europeo dei Millennials.
Il progetto è di portare in città i rappresentanti di diverse comunità – emergenti o già rappresentative di movimenti o associazioni – legate al cambiamento e all’impegno civile, provenienti dai 28 stati dell’Unione Europea. L’appuntamento sarà il momento plenario di un lavoro che si svilupperà nei prossimi mesi, e che vuole mappare le principali comunità esistenti in Europa. Oltre a questo, l’intento è di individuare e approfondire i temi che sono allo stesso tempo “a dimensione europea” e centrali nei dibattiti nazionali dei vari Stati membri, con l’obiettivo di costruire progressivamente una piattaforma che elabori, promuova e sostenga un’agenda di priorità per l’Europa.
Le giornate di lavoro che si concludono oggi, grazie al progetto ideato dall’Ateneo e dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, hanno permesso ai giovani di condividere esperienze personali e allo stesso tempo confrontarsi con docenti, esperti, giornalisti, rappresentanti di istituzioni europee. Tra gli ospiti che si sono avvicendati, Marietije Shaake, europarlamentare olandese, Mary Fitzgerald, giornalista esperta di questioni libiche, Eva Giovannini, autrice del libro “Europa anno zero”, il Segretario Generale dello European Stability Mechanism (Fondo Salva-stati) Kalin Anev Janse, Peter Macleod, consigliere del Governo canadese per i processi partecipativi, Federico Sarica, direttore della rivista Studio, il professor Alberto Alemanno.
Il primo European Millennials Lab è stato organizzato con la collaborazione della Conferenza dei rettori delle Università Italiane, dell’International Association of Universities, di Zeranta Edutainment srl, e con il supporto del Comune di Siena e della Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »