energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il grande presepe 2020 di Montepescali Video del Giorno

Montepescali – Il trascorrere del tempo, nel succedersi incessante delle stagioni e nell’alternarsi del ciclo della vita che sempre rinasce trovando la sua origine e la sua ragione nella vivificante presenza di Gesù: è questo il tema del presepe monumentale 2020-2021 di Montepescali realizzato dai volontari della parrocchia guidata da don Giorgio Nencini.

Inaugurato il 6 dicembre, giorno di San Niccolò al quale è dedicata la pieve maggiore del paese, il presepe è stato allestito come da tradizione nell’altra antica chiesa dei santi Stefano e Lorenzo. Sarà visitabile fino al 2 febbraio, la Candelora, il giorno che chiude il periodo natalizio.

In una chiave diretta più alla riflessione in un momento di sofferenza come quella provocata dalla pandemia, la composizione si impernia su quattro pannelli che rappresentano le quattro stagioni nella forma di vetrate di cattedrale stilizzate, offrendo diversi scorci che sono altrettante rappresentazioni del tempo fisico che si legge soprattutto negli alberi che perdono le foglie o restano sempre verdi come l’olivo, ma tutti traggono la linfa vitale dalle loro radici, così come il credente la riceve dal messaggio evangelico della nascita di Gesù.

Una delle caratteristiche dei presepi di Montepescali è l’accuratezza degli scorci e dei particolari. Anche la luce aiuta il visitatore alla introspezione e alla ricerca “in un momento di grande confusione di idee, messaggi e convinzioni”, dice Fabiana Paladini, che ha coordinato l’allestimento. Per questo gli stessi parrocchiani hanno realizzato anche il presepe del Duomo di Grosseto, mettendo in evidenza una grande torre di Babele, il simbolo biblico della confusione delle lingue.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »