energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il libro d’artista nell’era digitale Cultura

LIBRopera, è un’ esposizione, curata da Nilo Australi in collaborazione con Andrea Granchi e Maurizio Olivotto, pensata appositamente per il 450° della fondazione dell’Accademia delle Arti del Disegno, che consente una ulteriore occasione di riflessione sulla produzione di opere in forma di “libro d’artista” qui esposte con una soluzione assai stimolante, quella cioè di presentare la recente produzione di un gruppo di artisti ormai affermati – che hanno svolto, o stanno ancora svolgendo, nel settore dell’Alta Formazione Artistica il ruolo di artisti-docenti – accanto a quella di giovani di eccellenza provenienti da tutte le parti del mondo, in un territorio in cui pittura, scultura, scrittura, fotografia e le più recenti tecniche digitali si intrecciano in un campo stimolante di lavoro. L’esposizione è legata alla produzione e alle iniziative del Laboratorio di Linguaggi Multimediali del Biennio specialistico in Arti Visive e Nuovi Linguaggi Espressivi tenuto a lungo da Andrea Granchi che ha promosso negli anni numerose esposizioni creando un indirizzo di ricerca nel campo dell’opera in forma di libro d’artista a cui, in questa occasione, si affiancano il Laboratorio di Grafica e Illustrazione di Maurizio Olivotto e, per la parte storica, il Centro Di casa editrice e centro di documentazione per le arti di Firenze e l’Archivio Venturino Venturi di Loro Ciuffenna.

La mostra, promossa congiuntamente dall’Accademia di Belle Arti di Firenze e dall’Accademia delle Arti del Disegno con l’appoggio di varie istituzioni pubbliche, sarà ospitata presso Palazzo Piccolomini di Pienza dal 3 agosto 2013 grazie a TL Taste-Lab Art Gallery di San Quirico d’Orcia. Sono  presentati i lavori degli artisti:
Nilo Australi, Andrea Balzola, Giancarlo Cardini, Konrad Dietrich, Andrea Granchi (nella foto l'opera Scenario per avventure), Daniele Lombardi, Maurizio Nannucci, Maurizio Olivotto, Massimo Orsini, Paolo Parisi, Renato Ranaldi, Gianna Scoino, Tommaso Tozzi, VA.AЯ (Loredana Valoroso, Marco Raffaele), Venturino Venturi, Vincenza Vitale

e degli studenti:
Marco Acquafredda, Alessandra Angileri, Dorina Arapi, Virginia Balistreri, Beatrice Bartolozzi, Mariacristina Bettini, Sandro Bottari, Laura Calloni, Lian Cong Li, Beatrice Cosimi, Vanessa Costantini, Ersilia Cozzolino, Angela Fallani, Rika Fujimoto, Gabriele Germano Gaburro, Andrea Galdo, Pierluigi Galletti, Natascia Ghini, Federica Gonnelli, Sarah Grasso, Zoè Gruni, Adeleh Heidararabi, Mery Iacchi, Dušica Ivetič, Ni Jian Hai, Merita Koskimies, Shim Kyuri, Gandolfo La Martina, Ilaria Leganza, Virginia Lopez, Andrea Lunardi, Marco Macellari, Marika Marchese, Claudia Masolini, Giovanni Mazzoleni, Zeljka Micanovic, Amir Hossein Mojtahedi, Chiara Palazzo, Lara Pellegrini, Marco Pennesi, Francesco Pieralli, Hou Shun Ping, Elisa Puddu, Xiang Quinggang, Pablo Rodes, Felipe Salsano, Sonia Savina, Silvia Sopranzi, Simona Susini, Gaetano Terrana, Nicole Valenti, Ye Xin, Chao Yi, Qiu Yi, Cui Ying, Ma Yue Wei

L'esposizione, che vedrà anche la pubblicazione di un articolato catalogo edito dal Circolo Letterario Semmelweis grazie al contributo della Cooperativa Sociale Beta con testi di Luigi Zangheri, Giuseppe Andreani, Andrea Granchi, Mirko Tinagli, Nilo Australi, Angelo Iorlano e Lucia Fiaschi e la riproduzione di tutte le opere esposte, sarà utile anche per capire come l'Accademia di Belle Arti di Firenze, con le sue presenze di giovani artisti provenienti da tutto il mondo, rappresenti un'autentica risorsa e sia uno straordinario punto di incontro e di scambio di culture differenti.

Scrive il presidente dell’Accademia del Disegno Luigi Zangheri: “Questa iniziativa, che si colloca in modo assai appropriato nell’anno del 450° dalla fondazione dell’Accademia del Disegno, ci consentirà quindi di conoscere meglio e di apprezzare un’area di ricerca che mantiene aspetti di assoluta attualità e originalità.” Commenta il direttore dell’Accademia di Belle Arti Giuseppe Andreani: “Non casualmente, poi, l’esposizione LIBRopera nasce in collaborazione con l’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze dando senso ad una collaborazione, nell’anno del 450°, che vede unite le nostre due Istituzioni in un programma di iniziative di respiro europeo e internazionale legate all’intramontabile tema del disegno”.

Inaugurazione: sabato 3 agosto 2013 ore 17.30 – Palazzo Piccolomini: 3 agosto-30 settembre 2013

Piazza Pio II, 53026 Pienza (SI), dal MARTEDI’ alla DOMENICA 10,00-18,30 Ultimo ingresso ore 18,00 | Aperto i lunedì festivi
Info: info@palazzopiccolominipienza.it – www.palazzopiccolominipienza.it Tel: 0039 (0)577 530032 Fax: 0039 (0)577 41664

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »